E' il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno è il 21 gennaio

La sua nascita risale ai primi anni 2000, ad opera di Cliff Arnall, uno psicologo dell'Università di Cardiff. E' il risultato di una complicata equazione per cui il terzo lunedì di gennaio è il giorno in cui ci sentiamo più tristi

È il giorno più triste dell'anno. È chiamato Blue Monday (ovvero Lunedì Triste) proprio per questo motivo e cade tradizionalmente il terzo lunedì di gennaio. Quest'anno è il 21 gennaio. Sarà per questa combinazione: stanchezza invernale e postumi delle festività natalizie ormai (tristemente) lontane ma pare che andare al lavoro sia ancora più penoso del solito in questo giorno. 

Le origini del Blue Monday

La sua nascita risale ai primi anni 2000, ad opera di Cliff Arnall, uno psicologo dell'Università di Cardiff. E' il risultato di una complicata equazione (che prende in considerazione meteo, debiti accumulati per i regali di Natale, calo di motivazione e crescente necessità di darsi da fare) per cui il terzo lunedì di gennaio è il giorno in cui ci sentiamo più tristi. Sebbene possa apparire una ricorrenza poco fondata, in alcuni Paesi viene presa molto sul serio: in Gran Bretagna ad esempio, si è registrato un considerevole aumento di assenze dal lavoro in questa data. 

I consigli per superare il Blue Monday

Ecco i consigli della master coach Marina Osnaghi per vivere meglio il Blue Monday ( ma anche tutti i lunedì nel corso dell’anno lavorativo):

 1. Rimuginare sul rientro e sulla negatività stimola tristezza e insoddisfazione.

 2. Pratica un’attività piacevole, anche una cosa banale, fino a 30 minuti al giorno.

 3. Il pranzo, il caffè o il tè, goditelo seduto e comodo: ti riporterà all’atmosfera delle festività.

 4. Rispondi a queste domande: qual è il contributo che voglio dare col mio lavoro? Cosa tendo a realizzare nelle differenti situazioni? Come posso realizzare al meglio ciò a cui tendo?

 5. Rifletti su di te e su chi ti circonda in senso positivo e costruttivo.

6. Dietro al malessere del lunedì potrebbe esserci un tesoro: trova il tuo valore, la buona ragione per cui ti infastidisci, ciò che persegui ed il modo in cui lo vorresti realizzato.

 7. Apri le braccia a te stesso e smetti di voler subire. Non serve ribellarsi urlando, basta stabilire il proprio limite con tranquilla fermezza.

8. Spesso sono favorite da abitudini che ti portano nei guai prima ancora che tu te ne accorga. Sono le vecchie abitudini distruttive che ci portano sempre nelle solite situazioni.

 9. Tieni in considerazione il feedback con i collaboratori e celebra i cicli intermedi, chiedendoti cosa è stato realizzato fin qui di positivo, e come sia possibile arrivare al traguardo con rinnovata energia.

 10. Anche se devi svolgere delle commissioni, cerca di staccare sul serio. Ritrovando il gusto di stare con gli amici, la famiglia, i figli, senza vivere il tuo tempo come se fosse ‘rubato’ ai tuoi doveri.

Potrebbe interessarti

  • Cellulari: alcune funzioni segrete

  • Allergia al nichel: sintomi e cibi da evitare

  • Estate: ogni quanto cambiare lenzuola ed asciugamani

  • Estate: piante da giardino e da terrazzo resistenti al caldo

I più letti della settimana

  • Cellulari: alcune funzioni segrete

  • Droga, ostaggi, pizzo e accordi tra clan: Mazzei sotto scacco

  • Operazione "Hostage", i nomi dei 12 arrestati

  • Arrestato spacciatore: i clienti lo chiamavano “Toretto” da “Fast and Furious”

  • Dentro la classe con gli scooter, due studenti 19enni denunciati

  • Droga, racket e mafia: operazione della polizia stronca gruppo criminale

Torna su
CataniaToday è in caricamento