Tra i venti aspiranti MasterChef Italia 2019 c'è anche la catanese Valeria Raciti

Valeria Raciti, 31 anni, segretaria amministrativa di Catania. Ha superato la selezione grazie al riso bollito e alla besciamella

Tra i cuochi selezionati da Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciulo, Joe Bastianich e Giorgio Locatelli, c’è anche una catanese. 

Valeria Raciti, 31 anni, segretaria amministrativa di Catania. Ha superato la selezione grazie al riso bollito e alla besciamella.

Ma conosciamola meglio. Viene da Aci Sant’Antonio e  l’amore per la cucina è nato con lei, “non ricordo un punto effettivo d’inizio…da piccola stavo spesso da mia nonna e lei era praticamente sempre ai fornelli, cucinava per tutti, quando mia madre mi passava a prendere di ritorno da lavoro avevo con me quasi sempre il gavettino con la cena preparata da lei”, si racconta. 

“La mia voglia di sperimentare non finisce mai! Mia nonna è stata la mia musa ispiratrice: quando assaggiavo qualcosa preparata da lei pensavo che non potesse esisterne una versione migliore. Spero che qualcuno un giorno provi queste stesse sensazioni mangiando i miei piatti. È mancata da pochissimo e la ferita è ancora tanto aperta nel mio cuore: all’Hangar, in un momento di smarrimento, le ho chiesto di starmi vicino e di aiutarmi ad entrare. Mi ha ascoltata! Questa esperienza è iniziata da poco e mi sta già cambiando: sto affrontando le mie insicurezze e sto cercando di mettercela tutta…Una di queste è il mio aspetto fisico: espormi è una cosa che mi spaventa, ma voglio che questa esperienza mi aiuti a smettere di nascondermi. Per me cucinare è anche questo: un piccolo giardino segreto dove riesco a muovermi libera, senza alcun tipo di sovrastruttura e senza preoccuparmi di tutto il resto. Mi spaventa moltissimo la competizione: sono felice quando gli altri fanno bene, quindi faccio fatica ad avere un atteggiamento di sfida. Ma questo programma mi aiuterà anche a gestire queste situazioni! MasterChef mi sta dando la possibilità di realizzare il mio sogno nel cassetto senza rinnegare quella che sono stata fino ad adesso: sono felice della mia vita, ciononostante posso realizzare parallelamente il mio sogno. Passano i giorni e mi sento in un infinito giro di giostra! Voglio essere felice: se cucinare mi rende felice… basta fare due più due. Spero di poter vincere: ci voglio credere!”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Caso Diciotti, fascicolo Conte-Di Maio-Toninelli: Procura a lavoro

  • Cronaca

    Quasi 500 chili di rifiuti raccolti presso la spiaggia libera numero 1

  • Cronaca

    Droga, arrestati un vigile urbano e un ambulanziere

  • Cronaca

    Dai domiciliari al carcere, pregiudicato non si fa trovare in casa

I più letti della settimana

  • Vigili del fuoco minacciati e derubati mentre spengono un incendio a Librino

  • Bancarotta ed evasione fiscale, i nomi dei professionisti coinvolti: ai domiciliari il padre del sindaco Pogliese

  • Operazione "Pupi di pezza": lo studio Pogliese, il "circuito criminale" ed il prestanome

  • Si nascondeva dentro una spelonca nella “Timpa” di Acireale: catturato un ricercato

  • Nuova ondata di maltempo in arrivo: torna l'allerta meteo

  • "Spedizione punitiva" per un apprezzamento di troppo: 4 arresti per tentato omicidio

Torna su
CataniaToday è in caricamento