Intossicazioni alimentari ed estate: come prevenirle

In estate le alte temperature comportano la formazioni di alcuni organismi batterici nei cibi che possono comportare il manifestarsi di intossicazioni alimentari

L'estate, a causa delle alte temperature, comporta la formazione in alcuni alimenti di microrganismi patogeni o tossine di origine batterica che causano nel nostro organismo infezioni, intossicazioni o tossinfezioni alimentari

E' infatti complicato rispettare la cosidetta 'catena del freddo' sia per gli alimenti acquistati che per quelli portati da casa. Per questo motivo è preferibile rinunciare a cibi troppo complessi, stare attenti al ghiaccio ed ai frutti di mare (ed ai crudi in generale). 

Sintomi di tossinfezione alimentare

- vomito
- mal di stomaco
- crampi addominali
- diarrea
- febbre
- tremori
- blocco neuromuscolare (nei casi più gravi)

Cibi a rischio di infezioni

- creme e salse che contengono uova (maionese)
- carne e derivati
- frutti di mare (crudi)
- latticini
- verdure crude
- uova

Infezioni - Regole da seguire per evitarle

Frigo - La spesa va riposta nel vano adeguato del frigo, utilizzando contenitori in vetro o sottovuoto per conservare gli avanzi; non inserire in frigo alimenti caldi o tiepidi

Freezer - Gli alimenti devono essere avvolti nella pellicola ed inseriti nelle buste per alimenti o in contenitori resistenti; lo scongelamento deve avvenire in frigo e mai a temperatura ambiente

Cottura - Cucinare sempre ad una temperatura superiore ai 120° gradi

Frutta e verdura - Lavarla prima di consumarla, lasciandola iun acqua per 15 minuti con un cucchiaio di bicarbonato; frutta e verdura non devono andare a contatto con altri alimenti; lavare la verdura anche se si acquista quella in busta chiusa

Carne - Conservarla sempre in sacchetti per alimenti, mai pulirla sotto l'acqua; se macinata va consumata entro 24 ore, entro 48 ore se parliamo di pollo o tacchino, entro 3 giorni se parliamo di carne fresca

Pesce - Lavarlo sotto acqua corrente e conservarlo in contenitore ermetico; bisogna consumarlo entro 24 ore

Latticini e uova - Conservarli nel ripiano centrale del frigo. Non tenere mai le uova nell'apposito portauova perchè l'apertura e chiusura continua del frigo comporta per queste ultime degli eccessivi sbalzi termici

Intossicazione alimentare - Come prevenirla fuori casa

- Scegliere di consumare piatti freddi solo se sono esposti in un banco frigo refrigerato e protetto, non esposto alla temperatura dell'ambiente circostante

- I piatti caldi vanno consumati solo se 'fumanti'

- Evitare di consumare gli alimenti che alla vista o all'odore non sembrano freschi; fare attenzione all'igiene generale dell'ambiente dove acquisti la merce

Intossicazione alimentare - Regole da seguire in casa

- Lavarsi sempre le mani prima e dopo aver toccato del cibo

- Conservare gli alimenti in frigo, sia crudi che cotti

- Cuocere bene i cibi, evitare sempre di consumare uova, carne e molluschi con poca cottura

- L'utilizzo di coperchi e pellicole riduce drasticamente il rischio di contaminazione

E' comunque sempre preferibile, nel momento in cui si manifestano i sintomi di una intossicazione alimentare, contattare il proprio medico di fiducia e bere molto per evitare la disidratazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo rossa a Catania, scuole chiuse martedì 12 novembre

  • Fungo porcino record trovato alle pendici dell'Etna: 4,3 chili

  • Meteo: in arrivo piogge e raffiche di vento su Catania

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse ad Acireale

  • Linea verde alla scoperta delle polpette catanesi

  • Pregiudicato va in carcere dopo essere stato ferito a colpi di pistola

Torna su
CataniaToday è in caricamento