Agopuntura: cosa c'è da sapere

L'agopuntura è una pratica cinese che prevede l'inserzione di aghi in specifici punti del corpo umano per ristabilire il benessere di corpo e mente

Secondo la medicina cinese negli esseri umani esiste una energia vitale, il cosidetto QI, il cui corretto fluire è essenziale per godere di buona salute.

E' su questo principio che si fonda l'agopuntura, che prevede l'inserimento di aghi in specifici punti del corpo umano per ristabilire il benessere di corpo e mente. Secondo chi la pratica esistono ben 400 zone del corpo dove è possibile sbloccare o dare nuovo equilibrio al QI. 

Dal 1979 l'OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, ha riconosciuto che l'agopuntura è efficace nel trattamento di ben 43 malattie (soprattutto neurologiche e muscolo-scheletriche come artrite ed artrosi localizzate o diffuse). Rientrano in questo ambito anche le malattie gastro-intestinali, alcune malattie oculari, dell'apparato respiratorio e del cavo orale.

L'agopuntura non crea mai dolore, ma solo senso di pesantezza o rilassamento: gli aghi che vengono utilizzati hanno un diametro di 0,30 millimetri ed una lunghezza che va da 1 a 7 cm. 

E' una pratica che prende in considerazione tutti gli aspetti della vita di una persona: sovente quindi, prima di essere sottoposto ad agopuntura, verranno fatte al paziente domande sul suo stile di vita, sull'alimentazione, verrà controllata la pressione.

Così come negli altri casi, anche in questo, prima di sottoporsi ad agopuntura è bene rivolgersi ad una professionista certificato, che eserciti la propria professione in un luogo pulito e con aghi monouso.

Chiedere ovviamente al proprio medico curante un parere sulla possibilità di sottoporti ad agopuntura, a maggior ragione se si soffre di qualche patologia o se si è in gravidanza.

Potrebbe interessarti

  • Stitichezza: sintomi, cause e rimedi

  • Ondate di caldo, i consigli del Medico di famiglia: "Aria condizionata con moderazione”

  • Latte e latticini: alleati contro il diabete

  • Alimenti: quali vanno conservati fuori dal frigo

I più letti della settimana

  • Inferno di fuoco alla Plaia, fiamme nei lidi e bagnanti in fuga

  • Inferno alla Plaia, distrutto dalle fiamme il lido Europa

  • Giovane di Bagheria pestato ad Etnaland per un paio di ciabatte

  • Ritrovato lo studente Peppe Cannata, si trovava a Modica

  • Paura alla Plaia, fiamme in spiaggia: bagnanti messi in salvo con i gommoni

  • Si cerca Peppe Cannata, studente di Giurisprudenza: l'appello degli amici

Torna su
CataniaToday è in caricamento