Depressione senile: sintomi e rimedi comportamentali

La depressione senile al giorno d'oggi colpisce circa il 15% della popolazione Over 65, soprattutto coloro che stanno nelle case di riposo o negli istituti di lunga degenza

Oltre alla depressione vera e propria, è purtroppo in aumento anche la depressione senile, che oggi colpisce circa il 15% della popolazione over 65 e che è molto frequente negli ospiti di case di riposo o negli istituti di lungodegenza.

Parliamo dell'alterazione dell'umore di una persona anziana (malinconia, tristezza) che può essere conseguenza di un evento traumatico (lutti, separazioni o divorzi, fallimenti personali, perdita del lavoro, malattia di un familiare; in questo caso si parla di depressione reattiva) o può avere delle cause endogene (malessere interno che può anche avere una ragione non evidente).

Oltre ai sintomi sopra indicati possono manifestarsi anche voglia di piangere, tendenza all'isolamento e perdita degli interessi.

Depressione senile - Sintomi (secondo il Manuale statistico e diagnostico dei disturbi mentali) 

- depressione maggiore

- distimia: disturbo persistente dell'umore

- depressione associata a farmaci

- apatia

- sintomi ansiosi

- pensieri suicidi 

La depressione dovrebbe sempre essere individuata mediante una diagnosi precoce che possa prevenire le forti conseguenze emotive e fisiche.  Accanto alla diagnosi sono state create alcune linee guida dei comportamenti da tenere nel momento in cui abbiamo a che fare con una persona affetta da depressione senile.

- Prendere coscienza dei limiti fisici: bisogna convincere la persona a farsi aiutare da un medico e prima di effettuare delle modifiche al suo stile di vita o alla sua dieta bisogna evitare di spingerlo verso attività nuove che potrebbero creargli stress.

- Rispetto dei desideri: spesso, dopo una certa età, le persone anziane sono restie a cambiare il loro modo di vivere. Nel momento in cui questa riluttanza sia eccessiva è bene rivolgersi ad un medico della terza età per sviluppare una strategia individuale ad hoc.

- Pazienza: chi ha lavorato tanto nel corso della sua vita o ha dovuto sopportare più di una delusione ha poca autostima. Se cerchiamo di stimolarli possiamo peggiorare la loro condizione.

- Supporto: il processo di guarigione dalla depressione senile è molto lungo. Per questo motivo coloro che stanno accanto a queste persone devono avere tempo e costanza nel seguirli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Catania dove trovare sconti e fare affari

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Anoressia sessuale: cause, sintomi e rimedi

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Ritrovata dai carabinieri la moto rubata al travel blogger messicano

Torna su
CataniaToday è in caricamento