Come coltivare un orto in giardino

Tramite alcuni accorgimenti è possibile coltivare in giardino il proprio orticello dal quale fare derivare piante ed ortaggi

Chi ama le piante o coltivare frutta e verdura ed ha a disposizione uno spazio verde in casa può progettare e realizzare un orto casalingo. Bastano pochi semplici accorgimenti.

Dimensione dell'orto - Se lo spazio è ampio quello destinato all'orto deve essere di almeno 10 mq ed in posizione pianeggiante (terreno drenato, ricco di sostanze organiche) e soleggiata (la maggior parte delle verdure hanno bisogno di sole diretto).

Struttura e recinzione - Bisogna proteggere l'orto soprattutto se in casa ci sono bambii o animali domestici. Per questo motivo va creata una recinzione con paletti di ferro distanziati l'uno dall'altro circa 1 con una rete metallica alta ed un varco per il passaggio. Le piante nell'orto devono essere disposte in modo ordinato affinchè possano crescere nel miglior modo possibile. Meglio una fila allineata in modo da creare un piccolo corridoio dal quale passare.

Cosa piantare - Dipende dalle caratteristiche del terreno. Se non si riesce a creare una palla, vuol dire che è troppo sabbioso e bisogna aggiungere delle sostanze organiche. Se la terra è compatta significa che è troppo argillosa. Quando si sbriciola il terreno è invece pronto per la semina.

Preparare i solchi all'interno dei quali mettere i semi. In primis però smuovere il terreno eliminando pietre e livellandolo. Aggiungere del concime e creare una zona pianeggiante con il rastrello. Infine annaffiare abbdondantemente e procedere dopo qualche giorno alla semina. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'irrigazione deve essere continuata anche dopo aver piantato gli ortaggi la mattina presto o nel tardo pomeriggio quando il sole non è alto. Solo in questo modo non si danneggiano le piante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bolletta della luce: come controllarne l'esattezza

  • Giardino o terrazzo piccolo? Come arredarlo

  • Più luce naturale in casa? Ecco come fare

  • Lampade a risparmio energetico: quali scegliere

Torna su
CataniaToday è in caricamento