Giardino: consigli per un prato sempreverde

Ecco alcuni accorgimenti che consentono a coloro che possiedono un giardino di poterlo utilizzare al meglio e di poterlo avere sempre con il prato verde

Le temperature più alte consentono a coloro che possiedono un giardino di trascorrere più tempo all'aria aperta. Alcuni preferiscono prediligere il giardinaggio e curare le piante, altri invece si concentrano sull'arredamento (sedie, tavoli, dondolo).

Il primo aspetto da non trascurare quando si ha un giardino è però quello del prato. L'erba non deve mai essere alta o ingiallita.

Per poter mantenere il prato sempre 'in forma' basta seguire qualche piccolo accorgimento.

Taglio dell'erba - Lo sfalcio deve iniziare già da marzo e deve lasciarsi sempre un'altezza intorno ai 4 cm. Nei mesi più freschi l'operazione va ripetuta ogni 10 giorni per liberare il prato dall'erba secca o ingiallita. Durante i periodi estivi bisogna invece effettuare l'operazione ogni 6-7 giorni ed abbassare l'altezza a 3,5 cm.  Il tosaerba va utilizzato nelle ore più calde e quando il prato è totalmente asciutto.

Concimazione del prato - E' essenziale perchè aiuta l'erba a crescere. Va effettuata ogni 2 settimane e dopo aver tagliato l'erba. Il consiglio è quello di utilizzare il concime a rilascio lento per evitare la formazione del muschio.

Irrigazione - In primavera è necessario innaffiare una volta a settimana la mattina presto o la sera per evitare che il caldo eccessivo faccia evaporare l'acqua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raccolta dell'erba - Bisogna utilizzare il rastrello dopo aver tagliato l'erba per rimuovere i detriti che si accumulano. Può essere utilizzata anche la tecnica del mulching (tipica del golf). Le temperature più alte consentono al substrato di asorbire l'erba del prato senza danno. E' necessario non superare il 30% di altezza dello stelo, utilizzare spesso il tosaerba e quando il prato è asciutto fare seccare i residui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bolletta della luce: come controllarne l'esattezza

  • Carne congelata e scongelata: la guida

  • Giardino o terrazzo piccolo? Come arredarlo

  • Lampade a risparmio energetico: quali scegliere

Torna su
CataniaToday è in caricamento