Ristrutturazione bagno: alcuni consigli e detrazioni fiscali

Ecco alcuni consigli su come poter procedere in maniera adeguata alla ristrutturazione del bagno e su come ottenere le detrazioni fiscali previste nel 2019

Con il passare degli anni il bagno all'interno di una casa è diventata una delle stanze principali, all'interno della quale gli abitanti vogliono trovare tutti i comfort necessari. Anche per questo motivo diventa necessario sottoporlo a manutenzione straordinaria, ossia alla sua ristrutturazione

Ecco alcuni consigli che possono tornare utili nel momento in cui decidete di effettuare l'ammodernamento del vostro bagno. 

1. Budget: prima di prendere qualunque decisione individuate bene il budget a disposizione e la spesa che deve essere sostenute tra piastrelle, infissi, box, doccia e altri elementi.

2. Tempo: sia che si tratti di un bagno piccolo che si tratti di un bagno grande il tempo di ristrutturazione dipende dalle parti che dovranno essere cambiate. 

3. Sequenza dei lavori: bisogna ristrutturare partendo dalla parte superiore della stanza e del soffitto. Solo in questo modo si potrà fare tutto in meno tempo e con meno possibilità di errore.

4. Controllo delle tubature: controllo preventivo di quelle esistenti in maniera tale da evitare che durante la fase della pavimentazione possano verificarsi delle sorprese.

5. Progettazione, stile e funzionalità: stabilire per tempo il colore della vernice per muri, piastrelle, docce, vasche e rubinetti. 

6. Misure: dimensioni e misure del bagno, posizione dei tubi esistenti, posizione dei cavi elettrici, misure dei sanitari. Devono essere corrette in modo tale da evitare errori quando vi recate in negozio.

7. Rivolgersi a tecnici: il lavoro non può essere condotto senza l'aiuto di un tecnico, un designer o un architetto ed un idraulico. 

8. Eventuali altre modifiche: ricordatevi in questi casi, se necessario, di riparare gli infissi, la rubinetteria, le porte del box doccia, le maniglie delle porte o le porte stesse. Se sono presenti anche scaffalature ed armadi, fate attenzione anche a questi ultimi.

9. Pareti e pavimenti: vanno bene materiali come marmo, ceramica, granito. La scelta dipenderà ovviamente dal badget. 

10. Illuminazione: deve essere di almeno 50 watt ad incandescenza e con luce che filtra dalle finestre.

11. Ventilazione: fondamentale anche la collocazione della ventola, che di solito va nella parte opposta rispetto all'elettricità. Senza una adeguata ventilazione è facile il formarsi di muffe o umidità che possono danneggiare la stanza. 

Ristrutturazione bagno - Agevolazioni fiscali per il 2019 

E' possibile, come riportato anche all'interno della guida emessa dall'Agenzia delle Entrate in relazione alle 'agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie', usufruire delle detrazioni fiscali fino al 31 dicembre 2019 per la ristrutturazione del bagno fino al 50% di quanto è stato speso e che può essere recuperato in 10 anni come Irpef.

La spesa massima è pari a 96.000€. Per usufruire degli incentivi deve essere una manutenzione straordinaria (secondo l'Agenzia delle Entrate rientra in questa categoria anche la realizzazione e miglioramento dei servizi igienici).

Sempre fino al 31 dicembre 2019 si può ottenere il bonus mobili durante la ristrutturazione del bagno: questa agevolazione è pari al 50% di quanto speso per i mobili. La detrazione vale sempre e solo nel momento in cui si realizza la manutenzione straordinaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale: come decorare giardini, balconi e terrazze

  • Sostituzione tubature e fognature: ecco il 'relining'

  • Natale: come addobbare la casa in sicurezza

  • Albero di Natale vero o finto? Pro e contro

  • Mercato libero luce e gas a luglio 2020: ipotesi slittamento

Torna su
CataniaToday è in caricamento