A Caltagirone si punta sulle tecnologie per i beni culturali

La nuova formazione: a Caltagirone uno dei 5 istituti tecnici superiori in Sicilia e dei 50 in Italia. Si punta sulle tecnologie per i beni culturali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Si tratta di un'importante opportunità perché rende la nostra cittadina punto di riferimento in Italia per una significativa area tecnologica. Dalla prossima settimana partiranno i corsi di formazione per preparare gli interessati alle prove di selezione finalizzate all'accesso al corso”.       
Il sindaco di Caltagirone Francesco Pignataro, presidente della fondazione “Its per le tecnologie innovative per i beni e le attività culturali di Caltagirone”, commenta così la notizia, diffusa dall'assessore regionale Mario Centorrino, sull'istituzione in Sicilia di 5 nuovi Istituti tecnici superiori (Caltagirone, Piazza Armerina, Siracusa, Messina e Catania), “con i quali – ha detto l'assessore – si realizza un nuovo modello di istruzione superiore”.

Sono 50, in Italia, gli Its (corsi biennali post-diploma con didattica in laboratorio e almeno il 30% di tirocini obbligatori) che apriranno i battenti nell'anno scolastico 2011/2012, In particolare, Caltagirone sarà la sede del corso sulle tecnologie innovative per i beni e le attività culturali, cui potranno partecipare 25 persone reclutate attraverso un bando nazionale. Il corso sarà probabilmente ospitato nei locali della ristrutturata Chiesa di Santo Stefano.

Torna su
CataniaToday è in caricamento