Aci Castello, vietati botti e fuochi d'artificio a Capodanno

Lo ha disposto il sindaco Drago, firmando l'apposita ordinanza con la quale è stabilito il divieto su tutto il territorio comunale per l'intera giornata del 31 dicembre e fino alle 8 di giorno 1 gennaio

Anche ad Aci Castello nella notte tra il 31 dicembre e l'1 gennaio saranno vietati l'accensione, il lancio e lo sparo di materiale pirotecnico e similare. Lo ha disposto il sindaco Filippo Drago, firmando l'apposita ordinanza sindacale con la quale è stabilito il divieto su tutto il territorio comunale per l'intera giornata dell'ultimo dell'anno e fino alle 8 di giorno 1 gennaio.

"Anche quest'anno nel nostro comune diciamo no ai botti che nella notte di San Silvestro vengono esplosi troppo spesso non in sicurezza, rischiando di creare danni alle persone, al patrimonio pubblico e privato ed all'ambiente, ma soprattutto non sono rispettosi della quiete e tranquillità dei bambini, del riposto degli ammalati e dei sofferenti e della quiete degli animali. Con questo atto, che rinnoviamo ancora una volta, vogliamo tutelare i nostri concittadini e sensibilizzarli verso un modo di festeggiare alternativo dove la sicurezza ed il rispetto per gli altri e per le cose sia davvero al primo posto".

Potrebbe interessarti

  • Bagno al mare dopo aver mangiato: verità sul falso mito

  • Piazza Duomo, uomo salvato dai soccorritori della Misericordia: "Grazie ragazzi"

  • Risparmiare sulla bolletta della luce: alcuni consigli

  • Sindrome del colon irritabile: i cibi da evitare

I più letti della settimana

  • Bruno Barbieri a Catania per la penultima tappa di 4 Hotel: ecco gli sfidanti

  • Ritrovato lo studente Peppe Cannata, si trovava a Modica

  • Sezione "catturandi", eseguiti 9 ordini di carcerazione

  • Tre fermi per violenza sessuale di gruppo su una ragazza: picchiato il fidanzato

  • Torna il maltempo, allerta meteo 'gialla' su Catania: allagamenti a Riposto

  • I furbetti del reddito di cittadinanza che lavoravano in nero, denunciati dai carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento