Aci Castello, paura in Comune: dipendente Multiservizi minaccia di accoltellare sindaco e due consiglieri

Attimi di paura ieri pomeriggio in Comune, ad Aci Castello. Un dipendente Agt-Multiservizi ha minacciato di voler accoltellare il sindaco Filippo Drago e due consiglieri. Il primo cittadino, da noi contattato, spiega a CataniaToday le dinamiche dei fatti

Attimi di paura ieri pomeriggio in Comune, ad Aci Castello. Un dipendente AGT-Multiservizi, partecipata oggi a rischio ricapitalizzazione, ha minacciato di voler accoltellare Filippo Drago e due consiglieri. Una 'volontà' espressa ad alta voce che subito ha fatto scattare l'allarme tra i corridoi del Municipio, dove in quel momento si trovava anche il primo cittadino con il figlio, portando all'immediato allontanamento dell'uomo. Come spiega il sindaco - contattato dalla nostra redazione per capire meglio le dinamiche dei fatti - una volta appresa la notizia, Drago ha subito "avvertito i vigili urbani ed i carabinieri che, in pochi istanti, hanno individuato l'uomo e l'hanno portato in caserma", evitando il peggio.

"Non è stato un vero e proprio attentato, è un po' diverso - ha spiegato il sindaco a CataniaToday - Ieri c'era un tizio che si aggirava intorno al Comune che ha detto a due persone di voler accoltellare me e due consiglieri comunali. Immediatamente siamo stati avvertiti e ci hanno consigliato di chiuderci, poi sono venuti i vigili e i carabinieri con assoluta celerità e l'hanno portato via". "Sembrerebbe che si tratti di una persona poco equilibrata - ha aggiunto Drago - Stiamo parlando di un dipendente della Multiservizi che, tra l'altro, io questa mattina ho visto qui ad Acicastello. Io continuo a lavorare e a girare tranquillamente per il paese, ma è chiaro che non è una cosa che far star tranquilli". Il sindaco ha spiegato inoltre di non aver denunciato l'uomo, perché "immediatamente è stato convocato in caserma, davanti ai carabinieri che ora stanno svolgendo tutte le dinamiche del caso", ma ha aggiunto che qualora sia necessario "aumentare il livello non mi sottrarrò a sporgere denuncia, anche perché sappiamo benissimo di chi stiamo parlando".

Sui motivi che avrebbero fatto scattare l'ira del lavoratore Drago ha inoltre spiegato che potrebbe trattarsi della vicenda legata alla ricapitalizzazione della società partecipata. "Molto probabilmente la ditta avrà delle difficoltà ma, come si sa, la legge impone la salvaguardia dell'occupazione. Quindi in ogni caso i lavoratori vengono garantiti nell'affidamento esterno, non sono a rischio i posti di lavoro. Chissà cosa hanno raccontato a questo signore, ma piuttosto che chiedere lumi ai sindacati o allo stesso sindaco, ha pensato bene di minacciare, stiamo evidentemente parlando di una persona che non ragiona correttamente". Il suo comportamento, tra l'altro, "ha generato tensione e preoccupazione in tutti i dipendenti comunali".

"Sono molto dispiaciuto - ha aggiunto Drago - per arrivare a dire una cosa del genere chissà cosa viene detto in generale. Ancora ho i tempi per sporgere denuncia e, chiaramente, appena vedrò comportamenti strani non esiterò. Intanto sto avvisando tutte le autorità - ha concluso - ma spero che tutto rientri serenamente".

Potrebbe interessarti

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

  • Sparatoria a Ucria, il presunto assassino è originario di Paternò

  • Inseguono autobus con una "moto ape" per aggredire autista: denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento