Acireale, ancora un crollo di calcinacci in una chiesa

Alcuni calcinacci si sono staccati dal soffitto della chiesa 'Cuore Immacolato di Maria' durante un funerale, ma fortunatamente non ci sono stati feriti

Alcuni calcinacci si sono staccati dal soffitto della chiesa 'Cuore Immacolato di Maria' di piazza San Francesco, ad Acireale durante un funerale, fortunatamente non vi sono stati feriti.  Il crollo di calcinacci -così come riportato dal quotidiano La Sicilia -  è avvenuto lunedì scorso, a 12 giorni dal crollo di intonaco che l'8 luglio scorso, sempre ad Acireale, provocò nel Duomo, durate la celebrazione di un matrimonio, il ferimento di un bambino di un anno, poi ricoverato nel reparto rianimazione del Policlinico di Messina ed ora fuori pericolo, e di un 30enne disabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il crollo avrebbe scatenato il panico tra i presenti. Il prete - scrive il quotidiano - don Gaetano Caltabiano, dal pulpito si èe affrettato a tranquillizzare i fedeli invitandoli a restarsene al proprio posto spiegando che si era trattato di "sollecitazioni provocate dal caldo di questi giorni, conseguenza dei continui shock termici dagli effetti imprevedibili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Duro colpo ai Brunetto: le dinamiche del clan tra estorsioni, minacce e pestaggi

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

  • Coronavirus, in Sicilia tre nuovi casi: +1 nella provincia etnea

  • Sequestrate 15mila bombole di gpl pericolose a una coppia di catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento