Acireale, prete pedofilo: Don Carlo allontanato dalla Sicilia

Dopo lo scandalo del prete pedofilo di Acireale, il vescovo della Diocesi, Antonino Raspanti, ha deciso di incontrare i giornalisti: prevista la richiesta di una misura cautelare, che non è ancora una condanna

Dopo lo scandalo del prete pedofilo di Acireale, il vescovo della Diocesi, Antonino Raspanti, ha deciso di incontrare i giornalisti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In questo caso - ha dichiarato Raspanti - la procedura prevista dal diritto canonico prevede la
richiesta di una misura cautelare, che non è ancora una condanna. Per questo ho imposto a don Carlo, che non si è opposto, l’allontanamento dalla Sicilia".


"Ho chiamato anche Teo - ha aggiunto il vescovo - Non si aspettava che lo chiamassi, gli ho detto che sono profondamente dispiaciuto. Lui si è dimostrato molto gentile, quasi a scusarsi di non avere più fiducia nelle Istituzioni ecclesiastiche. Gli ho comunicato che era stato attivato l’iter canonico e che avrei avuto necessità di sentirlo e vederlo per la deposizione".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo decreto: che cosa chiude e cosa resta aperto a Catania

  • Coronavirus, in Sicilia 936 persone attualmente positive: a Catania sono 288

  • Coronavirus, aumentano anche le vittime a Catania: morto 84enne

  • Coronavirus, tre guariti all'ospedale Garibaldi curati con farmaco sperimentale

  • Positiva al Covid-19, prende due aerei e a Catania un taxi: adesso è ricoverata

  • Coronavirus, azienda catanese lancia mascherine in silicone con stampa 3D

Torna su
CataniaToday è in caricamento