Acquista pellet sul web, ma la merce non arriva: denunciato truffatore seriale

La vittima, una commerciante di Randazzo, si è rivolta ai carabinieri che hanno rintracciato l'uomo, un napoletano di 35 anni

Sono stati i carabinieri di Randazzo a smascherare e denunciare un napoletano di 35 anni, già gravato da precedenti penali specifici, ritenuto responsabile di truffa. Utilizzando un sito web creato ad arte per attrarre le vittime, proponeva la vendita di pellet a prezzi estremamente vantaggiosi. A cadere nella rete del raggirante una giovane commerciante di Randazzo la quale, utilizzando il numero telefonico indicato sull’annuncio on line, si era messo in contatto con l’uomo che, dopo una breve contrattazione, le indicava il numero di conto corrente dove avrebbe dovuto versare la metà della somma pattuita per la compravendita della merce. Bonifico di 2.200 euro effettuato, denaro sparito, merce mai consegnata. Alla poveretta non è rimasto altro da fare che rivolgersi ai carabinieri i quali, acquisita la denuncia, si sono messi al lavoro ricostruendo in maniera certosina la vicenda scoprendo il falso sito, il titolare del conto corrente, acceso presso un istituto di credito in Bulgaria, nonché una serie di utenze cellulari utilizzate dal truffatore per fasi contattare dalla vittima di turno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

  • Duro colpo ai Brunetto: le dinamiche del clan tra estorsioni, minacce e pestaggi

  • Picanello, scoperto deposito per il riciclaggio di auto rubate: 4 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento