Gli scarti di agrumi non si buttano: diventano brioche, tessuti e fertilizzanti

L'Università di Catania sta portando avanti un progetto innovativo: le nuove tecnologie sono riuscite a rendere utilizzabile il residuo della spremitura degli agrumi, il cosiddetto 'pastazzo'

Per la serie "non si butta nulla", l'Università di Catania sta portando avanti un progetto innovativo: le nuove tecnologie sono riuscite a rendere utilizzabile il residuo della spremitura degli agrumi, il cosiddetto 'pastazzo', un insieme di semi bucce e polpa che, da rifiuto è diventato una grande risorsa economica per il comparto.

Brioche dietetiche, bevande naturali ma anche tessuti e fertilizzanti per i terreni fatti con gli scarti delle arance. Ecco che il pastazzo di agrumi da problema e rilevante costo economico è diventato una grande risorsa.

Ogni anno l'industria agrumicola produce oltre 700 mila tonnellate di scarti, 340 mila solo in Sicilia. Lo smaltimento del pastazzo come rifiuto costa alla filiera 30 euro alla tonnellata che ricadono sui produttori, un'assurdità visto che è un sottoprodotto che si può utilizzare.

''Le ricerche che stiamo portando avanti - ha spiegato Salvatore Barbagallo, coordinatore del progetto - coinvolgono diverse industrie alimentari e di produzione di bibite e una società che dal pastazzo ha ricavato addirittura una fibra tessile. Dalla buccia alla polpa, insomma, i nostri ricercatori stanno lavorando per creare nuovi prodotti dalle fibre delle arance''.

Secondo il ricercatore prodotti da forno light, bibite, ammendanti sono solo i primi risultati di un lavoro enorme che si spera possa essere recepito per la definizione di una normativa che, nel rispetto della tutela ambientale, possa dare un concreto sostegno economico alle industrie di trasformazione di agrumi e quindi all'intero comparto dell'agrumicoltura siciliana.

Potrebbe interessarti

  • Piazza Duomo, uomo salvato dai soccorritori della Misericordia: "Grazie ragazzi"

  • Sindrome del colon irritabile: i cibi da evitare

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy

  • Come costruire un barbecue fai-da-te

I più letti della settimana

  • Bruno Barbieri a Catania per la penultima tappa di 4 Hotel: ecco gli sfidanti

  • Ritrovato lo studente Peppe Cannata, si trovava a Modica

  • Sezione "catturandi", eseguiti 9 ordini di carcerazione

  • Chiedono il "cavallo di ritorno", ma i falchi li arrestano a Picanello

  • Camion dei panini prende fuoco, i vigili del fuoco salvano le case vicine

  • Tre fermi per violenza sessuale di gruppo su una ragazza: picchiato il fidanzato

Torna su
CataniaToday è in caricamento