Amnestia e giustizia: sit-in dei Radicali davanti al carcere di piazza Lanza

"La sentenza pilota dell'8 gennaio 2013, Torregiani e altri, ha condannato l'Italia - spiegano i radicali - per trattamenti inumani e degradanti, cioè per violazione dell'articolo 3 della Cedu che va sotto il titolo di tortura"

Domani, dalle 10.30 alle 12, davanti alla casa circondariale di piazza Lanza, a Catania, avrà luogo un presidio a sostegno del Satyagraha radicale per l'Amnistia e la Giustizia. "La sentenza pilota dell'8 gennaio 2013, Torregiani e altri, ha condannato l'Italia - spiegano i radicali - per trattamenti inumani e degradanti, cioè per violazione dell'articolo 3 della Cedu che va sotto il titolo di "tortura".

"Corte che ha dato all'Italia l'ultimatum del 28 maggio prossimo - continua la nota - per porre fine a questi reati gravissimi da Stato criminale. La Corte di Strasburgo ha precisato che i trattamenti disumani e degradanti dovevano avere come parametri per essere valutati non solo i metri quadrati ma anche - e soprattutto - la possibilità di curarsi dalle malattie, le quali spesso si contraggono proprio in carcere, l'igiene, l'accesso alla luce e all'aria naturali, il trattamento rieducativo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

  • Coronavirus, in Sicilia si fermano i decessi: 4 nuovi casi a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento