Appalto rifiuti, il Tar dà il via libera all'aggiudicazione

Un altro passo in avanti nell'iter della tanto attesa gara settennale per la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti dei 12 comuni della Srr

È il Tar di Catania a far compiere un ulteriore passo in avanti nell'iter della tanto attesa gara settennale per la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti dei 12 comuni della Srr – area Catania Metropolitana.

La terza sezione del Tribunale amministrativo si è pronunciata – con ordinanza del 4 marzo 2019 – sul ricorso proposto dalla Dusty che chiedeva l'annullamento dell'ammissione in gara della Tech, altra azienda partecipante. Quest'ultima, a sua volta, con motivi aggiunti chiedeva la sospensione della determina di aggiudicazione della gara alla Dusty del 14 gennaio 2019.

A novembre è stata fissata l'udienza di merito del giudizio, ma allo stato attuale il responsabile unico del procedimento, visto che il Tar non ha sospeso la determina di aggiudicazione, potrebbe dare il via alle fasi successive e, quindi, procedere alla verifica di esistenza dei requisiti dichiarati dalla Dusty al momento dello svolgimento della gara. Un iter che però potrebbe essere prudenzialmente rimandato, ferma restando la possibilità di Tech di ricorrere al Cga contro la decisione appena arrivata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con una base d'asta di oltre 115 milioni di euro è considerato l'appalto che dovrebbe finalmente mettere ordine alla caotica situazione della raccolta dei rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati nei comuni di Aci Bonaccorsi, Gravina di Catania, Milo, Motta Sant’Anastasia, Paternò, Pedara, San Gregorio di Catania, Sant’Agata Li Battiati, Sant’Alfio, Santa Maria di Licodia, Valverde e Viagrande. Erano state due le associazioni temporanee d'impresa ammesse dall'Urega alla valutazione delle offerte: Dusty-Ambiente 2.0 e il consorzio Tech – Progitec.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 10 luglio 2020

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

  • Chiusa un'officina abusiva grazie a una segnalazione sull'app YouPol

  • "Fake Credits", arrestato Paladino: futuro in bilico per il Calcio Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento