Arrestato corriere che trasportava 130 grammi di cocaina

Due fermati dalla guardia di finanza all’uscita del casello autostradale di San Gregorio di Catania

I finanzieri del comando provinciale di Catania, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di contrasto ai traffici illeciti realizzati lungo le rotabili e nei punti di maggiore afflusso di persone nel capoluogo etneo, hanno tratto in arresto un corriere che, a bordo di un’auto noleggiata, trasportava 130 grammi di cocaina.

In particolare, i militari del nucleo di polizia economico - finanziaria di Catania, con l’ausilio dell’aliquota Anti Terrorismo Pronto Impiego e delle unità cinofile del Gruppo di Catania, all’uscita del casello autostradale di San Gregorio di Catania hanno sottoposto a controllo Hedhili Jamel(cl.1991), cittadino italiano di origini tunisine, nato e residente a Siracusa. Il soggetto, accompagnato in auto da un passeggero anch’egli nato e residente a Siracusa, entrambi con specifici precedenti di polizia connessi agli stupefacenti, sin dalle prime domande di rito poste dai finanzieri hanno palesato chiari segni di nervosismo.

In ragione dell’intenso traffico veicolare, i fermati sono stati condotti presso gli uffici del Nucleo di Polizia Economico - Finanziaria di Catania, dove è stata eseguita la loro perquisizione personale e, con l’ausilio delle unità cinofile, del veicolo.

Le attività di ricerca hanno consentito di rinvenire su Hedhil un involucro, assicurato con cellophane trasparente, contenente 130 grammi di cocaina, nonché un ulteriore involucro, anch’esso in cellophane, contenente una dose della stessa sostanza, del peso di grammi 0,25 circa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cocaina sequestrata, destinata presumibilmente al mercato siracusano, avrebbe fruttato, nella vendita al dettaglio, circa10 mila euro. Informata la Procura della Repubblica di Catania, Hedhil Jamel è stato tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale di Piazza Lanza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mentre il passeggero è stato denunciato a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

  • Coronavirus, in Sicilia si fermano i decessi: 4 nuovi casi a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento