Paternò, coppia di giovani rapinatori seriali arrestata dai carabinieri

Si tratta del 19enne paternese Orazio Rau e del 20enne belpassese Francesco Arcidiacono

Il 19enne paternese Orazio Rau e il 20enne belpassese Francesco Arcidiacono sono stati arrestati dai carabinieri per rapina aggravata in concorso e detenzione e porto illegale di armi. Lo scorso 28 febbraio avevano fatto irruzione all’interno del negozio di abbigliamento “Lidia”, di via Ronsivalle 2 a Paternò, con il volto travisato. Uno armato di machete e l’altro con in mano una pistola, si impossessarono di 150 euro puntando l'arma alla tempia della titolare per poi fuggire via a bordo di uno scooter.

L’intervento degli investigatori consentì di acquisire le immagini registrate dai sistemi di video sorveglianza attive in diverse zone della cittadina etnea, che immortalarono nei momenti precedenti e successivi alla rapina due giovani a volto scoperto, a bordo di uno scooter di colore nero, che corrispondevano alla descrizione fornita dalle vittime in sede di denuncia.

Da uno dei frame estrapolati dal video si riuscì poi a fissare il numero di targa dello scooter risultato di proprietà di Arcidiacono, identificato come il passeggero del motociclo ripreso dalle telecamere. Dopo pochi giorni, i carabinieri riuscirono a dare un volto al conduttore del mezzo, Orazio Rau. Sono stati identificati anche in un’altra scena del crimine, relativa alla rapina messa a segno lo scorso uno marzo al supermercato “Simply” di via VI^ Retta Levante a Belpasso. In quel caso il bottino fu di 500 euro. Si trovano ora agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Santapaola-Ercolano, blitz dei carabinieri del Ros: i nomi degli arrestati

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Cannizzaro, paziente ringrazia chirurghi e infermieri regalando 10 televisori al reparto

Torna su
CataniaToday è in caricamento