Paternò, coppia di giovani rapinatori seriali arrestata dai carabinieri

Si tratta del 19enne paternese Orazio Rau e del 20enne belpassese Francesco Arcidiacono

Il 19enne paternese Orazio Rau e il 20enne belpassese Francesco Arcidiacono sono stati arrestati dai carabinieri per rapina aggravata in concorso e detenzione e porto illegale di armi. Lo scorso 28 febbraio avevano fatto irruzione all’interno del negozio di abbigliamento “Lidia”, di via Ronsivalle 2 a Paternò, con il volto travisato. Uno armato di machete e l’altro con in mano una pistola, si impossessarono di 150 euro puntando l'arma alla tempia della titolare per poi fuggire via a bordo di uno scooter.

L’intervento degli investigatori consentì di acquisire le immagini registrate dai sistemi di video sorveglianza attive in diverse zone della cittadina etnea, che immortalarono nei momenti precedenti e successivi alla rapina due giovani a volto scoperto, a bordo di uno scooter di colore nero, che corrispondevano alla descrizione fornita dalle vittime in sede di denuncia.

Da uno dei frame estrapolati dal video si riuscì poi a fissare il numero di targa dello scooter risultato di proprietà di Arcidiacono, identificato come il passeggero del motociclo ripreso dalle telecamere. Dopo pochi giorni, i carabinieri riuscirono a dare un volto al conduttore del mezzo, Orazio Rau. Sono stati identificati anche in un’altra scena del crimine, relativa alla rapina messa a segno lo scorso uno marzo al supermercato “Simply” di via VI^ Retta Levante a Belpasso. In quel caso il bottino fu di 500 euro. Si trovano ora agli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

  • Sparatoria a Ucria, il presunto assassino è originario di Paternò

  • Inseguono autobus con una "moto ape" per aggredire autista: denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento