Biancavilla, i carabinieri scovano un “kalashnikov” in un terreno abbandonato

Nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio, i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Paternò e dello squadrone Eliportato cacciatori di Sicilia lo hanno rinvenuto e occultato in un terreno abbandonato

Nel pomeriggio di ieri, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio, i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Paternò e dello squadrone Eliportato cacciatori di Sicilia hanno rinvenuto, occultato in un terreno abbandonato adiacente alla palazzina del civico 40 di via dell’Uva a Biancavilla, un fucile d’assalto “Kalashnikov” modello AK47, con colpo in canna, completo di caricatore con all’interno 6 cartucce calibro 7,62, nonché ulteriori 5 cartucce dello stesso calibro, classificati come arma e munizionamento da “guerra” di provenienza clandestina.

La Procura della Repubblica di Catania ha delegato le indagini ai militari del nucleo operativo della compagnia di Paternò per risalire, oltre all’esatta origine, anche ai possibili detentori dell’arma, nonché l’eventuale utilizzo della medesima in pregressi episodi delittuosi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Car sharing, a Catania e Palermo arrivano le auto di "Io Guido"

  • Cronaca

    Caporalato, sfruttamento e truffe all'Inps: la Dia confisca 10 milioni a un imprenditore

  • Cronaca

    Catturato il detenuto evaso, l'uomo si trovava a Palagonia

  • Cronaca

    Continua l'emorragia in Forza Italia, lasciano Arcidiacono e Sangiorgio

I più letti della settimana

  • Enjoy lascia Catania: troppe auto distrutte, Pogliese: "Grande amarezza"

  • Una organizzazione "svizzera" per il commando delle spaccate: bottino di oltre 174 mila euro

  • Via Plebiscito, sanzioni per i locali "Antico Corso" e "Dal Tenerissimo"

  • Concorso truccato all'università di Catania: condannata la commissione per abuso d'ufficio

  • La miglior pizza al mondo? E' catanese e porta la firma di Luciano Carciotto

  • Concorso truccato all’università di Catania: “Finalmente giustizia è fatta”

Torna su
CataniaToday è in caricamento