Omicidio in villa a Biancavilla, colpo di scena: la moglie confessa

Non sarebbero stati due banditi a uccidere ieri Alfio Longo nella sua villa di Biancavilla, ma la moglie, Vincenzina Ingrassia. La donna, che avrebbe inscenato una rapina, è stata fermata da carabinieri di Catania. Il provvedimento è stato emesso dal procuratore Michelangelo Patanè

foto Video Star

Non sarebbe stato un bandito a uccidere ieri Alfio Longo nella sua villa di Biancavilla, ma la moglie, Vincenzina Ingrassia. La donna, che avrebbe inscenato una rapina, è stata fermata da carabinieri di Catania. Il provvedimento è stato emesso dal procuratore Michelangelo Patanè. 

LA VILLA DELL'OMICIDIO - VIDEO

Nella notte la moglie, al termine di un lungo interrogatorio, avrebbe confessato. Alla base del gesto ci sarebbero gli atteggiamenti violenti di Longo nei confronti della donna a tal punto che Vincenzina Ingrassia avrebbe ucciso il marito, inscenando la rapina nella loro casa di campagna perchè "stanca di subire". Particolari questi che la donna avrebbe raccontato durante la confessione carabinieri di Catania che l'hanno fermata per omicidio su disposizione della Procura.

Nel delitto erano emersi subito alcuni dubbi, tra cui il particolare che i cani che aveva la coppia in casa non avevano abbaiato e che la donna aveva riferito che il marito aveva gridato ai rapinatori "vi ho riconosciuti", dettaglio che non aveva convinto gli investigatori.

Convocato comitato di sicurezza

La donna aveva anche detto di essere stata costretta dai presunti rapinatori a legare il marito nel letto nel quale è stato trovato con il cranio sfondato per non lasciare tracce, mentre poi, fatto in contraddizione con quanto appena riferito, avevano legato lei a un divano del soggiorno.

Alfio Longo aveva "scatti violenti" e Vincenzina Ingrassia avrebbe ucciso il marito, inscenando poi una rapina, perche' "stanca di subire". Lo avrebbe affermato la donna ai carabinieri di Catania che l'hanno fermata su disposizione della Procura. Tutti i particolari saranno chiariti durante una conferenza stampa che si terrà questa mattina in Procura.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Dimentica il figlio in auto alla Cittadella, muore bimbo di 2 anni

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

Torna su
CataniaToday è in caricamento