Bronte, nascondeva in auto armi e droga: arrestato 65enne

Padre di Vincenzo Sciacca, elemento di spicco del clan Mazzei, Antonino Sciacca nascondeva nell'auto un fucile e 13 dosi di cocaina

I carabinieri di Bronte hanno arrestato ieri Antonino Sciacca, 65enne, padre di Vincenzo Sciacca, detenuto ed elemento di spicco del clan Mazzei. I militari, dopo un'intensa attività investigativa, hanno perquisito il terreno e l'auto dell'uomo, una Mercedes Classe E nella quale hanno trovato ben nascosti sotto il sedile posteriore, un fucile doppietta a canne mozze calibro 12, con matricola abrasa ed armato con 2 cartucce, altre 5 cartucce dello stesso calibro e 13 dosi di cocaina, per un peso complessivo di 10 grammi, il tutto sottoposto a sequestro.

Il fucile, in buono stato d’uso, è stato  inviato al reparto investigazioni scientifiche di Messina per alcuni accertamenti tecnico-balistici  e per stabilire se sia stato utilizzato in eventi criminali. L’arrestato, che dovrà rispondere dei reati di detenzione illecita di arma clandestina e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, è stato portato nel carcere di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Studio sul cancro: non ci si ammala per caso o per sfortuna

  • Santapaola-Ercolano, blitz dei carabinieri del Ros: i nomi degli arrestati

  • La digos arresta l'aggressore di Lo Monaco: è un ultras del Catania

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Blitz dei carabinieri del Ros: arresti e sequestro di beni al clan Santapaola-Ercolano

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

Torna su
CataniaToday è in caricamento