Camporotondo, arrestato pregiudicato vicino al clan Santapaola

L'uomo è colpevole dei reati di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti ed estorsione, commessi prima del 2001. Il provvedimento scaturisce dall'operazione "Cassiopea"

A Camporotondo Etneo i carabinieri hanno arrestato un uomo di 39 anni ritenuto dagli investigatori vicino al clan mafioso Santapaola.

L’uomo dovrà scontare la pena residua di 12 anni e 11 mesi di reclusione  poiché riconosciuto colpevole dei reati di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti ed estorsione, commessi a Catania prima del 2001.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento scaturisce dall’operazione “Cassiopea” condotta dal Comando provinciale dei carabinieri di Catania nel dicembre del 2002 che aveva visto il coinvolgimento di 73 persone ritenute responsabili a vario titolo di avere fatto parte di un’associazione di tipo mafioso dedita alla commissione di una serie indeterminata di delitti contro la persona (quali gli omicidi), contro il patrimonio (quali rapine, furti ed  estorsioni)  e di delitti di altro genere, nonché all’acquisizione in modo diretto e indiretto  del controllo di attività economiche, di appalti e servizi pubblici ed alla realizzazione, comunque, di profitti o vantaggi ingiusti e ad impedire od ostacolare  il libero esercizio  del voto in occasione delle consultazioni elettorali. Con le aggravanti di essere l’associazione armata e di avere gli associati finanziato le attività economiche di cui avevano assunto il controllo con il profitto dei delitti commessi.

Tra le estorsioni contestate all’arrestato quella ai danni di un esercizio commerciale per la vendita di abbigliamento di Misterbianco, tuttora attiva, i cui titolari erano stati costretti a pagare 8 milioni di lire in due soluzioni semestrali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento