Canile “lager” abusivo scoperto dai carabinieri: gli animali vivevano tra escrementi e pane duro

I carabinieri, con la municipale e personale dell'asp, dopo la segnalazione di un'associazione animalista ha effettuato dei controlli che hanno portato alla denuncia di una coppia di Zafferana

Scene terribili quelle che si sono presentate dinanzi ai carabinieri di Zafferana Etnea che insieme, agli agenti della municipale e personale dell’Asp di Acireale, hanno scoperto un canile abusivo con 23 esemplari in pessime condizioni igieniche e sanitarie.

Video | Le immagini del canile "lager"

Gli uomini dell'arma hanno denunciato marito e moglie, rispettivamente di anni 63 e 60, poiché ritenuti responsabili di maltrattamenti ed abbandono di animali.

Grazie alla segnalazione di alcuni animalisti i militari hanno potuto individuare ed ispezionare un canile avviato e gestito senza alcuna autorizzazione in via Dagalone Carlino. I coniugi avevano messo i meticci in locali angusti (recinti, gabbie e garage) e venivano nutriri solo con solo pane duro e acqua, contenuta in recipienti sporchi ed infetti.

I cani vivevano in precarie condizioni igieniche e tra i loro stessi escrementi. Così, dopo essere stati provvisti di microchip, sono stati sottoposti a sequestro ed affidati alle cure di una associazione animalista del luogo, la Ugda onlus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Cannizzaro, paziente ringrazia chirurghi e infermieri regalando 10 televisori al reparto

  • Rientra e trova armi e oltre 6 chili di hashish nel suo deposito

  • Agenti aggrediti a Librino, arrestato un diciottenne

Torna su
CataniaToday è in caricamento