Scoperta una serra sotterranea di cannabis a Ragalna

La serra era allacciata abusivamente alla rete elettrica pubblica. L'operazione è stata effettuata dalla squadra mobile e dal commissariato di Nesima

Una serra con 140 piante di cannabis del tipo 'skunk' è stata scoperta, insieme a un chilo di droga già essiccata, dalla Polizia di Stato di Catania a Ragalna, in un vano sotterraneo realizzato in un appezzamento di terreno di un uomo di 53 anni, Carmelo Licari, che è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

La serra era allacciata abusivamente alla rete elettrica pubblica. L'operazione è stata effettuata dalla squadra mobile e dal commissariato di Nesima. Gli agenti hanno anche sequestrato materiale per la coltivazione dalla sostanza.

La serra era dotata di un un impianto di areazione con un sistema di ventole per il ricambio dell'aria, di lampade alogene e di un area adibita all'essiccazione e stagionatura della marijuana. In un altro appezzamento di terreno di proprietà di Licari, sempre a Ragalna, i poliziotti hanno sequestrato altre tre piante di cannabis, per un peso complessivo di tre chili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Santapaola-Ercolano, blitz dei carabinieri del Ros: i nomi degli arrestati

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Blitz dei carabinieri del Ros: arresti e sequestro di beni al clan Santapaola-Ercolano

  • Cannizzaro, paziente ringrazia chirurghi e infermieri regalando 10 televisori al reparto

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento