Cantine don Saro, protesta dei dipendenti: "senza i fondi antiracket chiuderemo"

Gli undici dipendenti e Rosario Puglia, il titolare dell'azienda presa di mira dagli estortori, protestano contro i ritardi nell'erogazione dei contributi per le vittime del racket

"Se non arriverà a breve la prima parte degli aiuti previsti dal fondo antiusura la nostra azienda chiuderà e sarò costretto a licenziare i miei 11 dipendenti ed i consulenti esterni". Torna a battere i pugni sul tavolo l'imprenditore antiracket Rosario Puglia titolare dell'azienda vitivinicola "Cantine don Saro", più volte vittima di intimidazioni mafiose - l'ultima lo scorso dicembre con le ruote dell'auto tagliate - che ancor oggi non ha ricevuto gli aiuti di stato previsti dal fondo antiusura: 1milione e 600mila euro in due rate da 800mila congelate a causa di lungaggini burocratiche.

"Il Cga ha emanato una ordinanza cautelativa- spiega Puglia- che dispone il versamento di una prima parte dei contributi e la restante a chiusura del provvedimento, ma ad oggi non c'è stato nessun passo in avanti e rischiamo di perdere tutto il lavoro fatto in questi anni lottando contro ogni tipo di ostacolo. La cosa peggiore quando sei coinvolto in queste vicende è l'isolamento da parte delle istituzioni e della società civile. Non credo nell'associazionismo perchè secondo me chi si propone di aiutare gli altri dovrebbe farlo gratuitamente, ma ad eccezione dei miei dipendenti nessuno mi è stato vicino in questi anni e proprio loro non meritano di essere mandati a casa per colpa dello Stato".

Rosario Puglia lo scorso anno ha sostenuto per gli stessi motivi un lungo sciopero della fame ed ha perfino tentato il suicido cospargendosi di benzina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Assalto in banca con escavatore a Trecastagni: si cercano i ladri in fuga

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

  • Bomba davanti a distributore tabacchi, identificata la vittima: 19enne incensurato e studente

  • "Cattivo Tenente", i nomi degli arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento