Acireale, alimenti nocivi in vendita: sequestrati 3000 chili di prodotti scaduti

Denunciate due persone: un noto commerciante e il gestore dell'azienda incriminata. Sequestrati, oltre agli alimenti, 2000 litri di bevande. L'accusa: vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine

La guardia di finanza di Acireale ha denunciato due persone: un noto commerciante di 41 anni, I.V. le sue iniziali, amministratore unico di una avviata società di commercio all’ingrosso di alimenti e bevande di Acireale e il gestore dell’azienda, S.P. di anni 69.

I due sono stati segnalati alla procura della repubblica di Catania perchè ritenuti responsabili di “vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine e commercio di sostanze alimentari nocive, con violazione della disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande”.

Sequestrati: quasi 3000 kg di prodotti scaduti o con scadenza contraffatta, e più di 2000 litri di bevande. Il controllo ha consentito, inoltre, di accertare che i due soggetti detenevano, per la vendita, diversi generi alimentari non più genuini, alcuni dei quali anche con evidenti alterazioni organolettiche e che erano confusi tra quelli ancora validi.

La merce sequestrata era custodita all’interno di una vasta struttura destinata alla vendita all’ingrosso degli alimenti pronti per essere venduti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo rossa a Catania, scuole chiuse martedì 12 novembre

  • Fungo porcino record trovato alle pendici dell'Etna: 4,3 chili

  • Meteo: in arrivo piogge e raffiche di vento su Catania

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse ad Acireale

  • Linea verde alla scoperta delle polpette catanesi

  • Pregiudicato va in carcere dopo essere stato ferito a colpi di pistola

Torna su
CataniaToday è in caricamento