La scomparsa di Mariella Cimò: si indaga sul movente passionale

Prende una nuova piega la scomparsa di Mariella Cimò, la donna 72enne di San Gregorio: il marito rimane ancora indagato per omicidio e compare il movente passionale

Prende una nuova piega la scomparsa di Mariella Cimò, la donna 72enne di San Gregorio. Scomparsa il 25 agosto, il suo caso è stato seguito da "Chi l'ha visto" e il marito rimane ancora indagato per omicidio. Ma compare il movente passionale.

Forse, infatti, tra i coniugi c'erano problemi di gelosia, in quanto il marito della donna, Salvatore Di Grazia - ex informatore scientifico di 76 anni - aveva un debole per le donne molto più giovani di lui. L'uomo, infatti, frequentava alcune donne e le portava dentro una stanzetta all'interno dell'azienda di autolavaggio di Aci Sant'Antonio.

Si tratta solo di voci che devono essere verificate. Per quanto riguarda le indagini, si è scavato nel giardino di casa dei coniugi per trovare il corpo della donna scomparsa. si è cercato anche nei dintorni della villa di via Giacomo Leopardi e nell'autolavaggio. Cercata pure in fondo al mare. Ma nulla. L'inchiesta, dunque, è ancora aperta ma non si crede più nell'allontanamento spontaneo della donna.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Operazione dei carabinieri contro capi clan e affiliati dei “Santapaola-Ercolano”: 31 arrestati

  • Reddito di cittadinanza e falsa disoccupazione: indagata la neomelodica Agata Arena

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Operazione "Black Lotus", alla sbarra 31 affiliati del clan Santapaola-Ercolano

Torna su
CataniaToday è in caricamento