Chi l'ha Visto, la scomparsa di Vincenzo è giallo: aveva un figlio

La nota trasmissione si è occupata del ragazzo di Paternò che non si trova da Capodanno. Era diventato padre dopo una relazione occasionale con una coetanea: i due avrebbero rotto, anche per volere della famiglia della ragazza

E' scomparso da casa il giorno di Capodanno e, da quel giorno, non si hanno più notizie. I carabinieri della compagnia di Paternò, nelle ultime ventiquattro ore, hanno ripreso le indagini dopo aver appreso una notizia: Vincenzo Calcagno Giarrusso era padre da due mesi.
Aveva avuto una relazione occasionale con una coetanea, ad inizio dello scorso anno.

Dopo la nascita del bambino, i due avrebbero rotto -  anche per volere della famiglia della ragazza – impedendo così a Vincenzo di riconoscere il figlio. Uno degli amici del ragazzo, inoltre, avrebbe dichiarato che alcune minacce sono state rivolte allo scomparso.

Intanto gli investigatori, pur non avendo indizi certi al momento, stanno cercando di andare avanti con le indagini. Il giovane è malato di talassemia major e, pertanto, deve sottoporsi a cicli di trasfusioni di sangue ogni quindici giorni. Sono già trascorsi 10 giorni dalla scomparsa, la situazione è drammatica. La famiglia è disperata, perchè fino ad oggi la ricerca è stata vana. Ieri sera, persino la trasmissione "Chi l'ha visto" ha parlato di Vincenzo.

Questa la scheda presente sul sito.

Vincenzo Calcagno Giarrusso

Sesso:M
Età:22 (al momento della scomparsa)
Statura:145
Occhi:castani
Capelli:neri
Abbigliamento:Un giubbino blu con strisce laterali bianche e rosse, jeans blu e scarpe "hogan" blu. Ha un piercing al sopracciglio sinistro e due orecchini all’orecchio sinistro
Segni particolari:Un tatuaggio, sul braccio sinistro, che raffigura un bambino con ciuccio e la scritta "Matteo"
Scomparso da:Paternò (Catania)
Data della scomparsa:01/01/2013
Data pubblicazione:09/01/2013

Vincenzo Calcagno Giarrusso, 22 anni, che ha bisogno di cure, l’1 gennaio è uscito a piedi intorno alle 16 dalla casa degli zii materni, presso i quali abita da alcuni mesi, senza fare più ritorno. Aveva detto che sarebbe andato a prendere un caffè con gli amici nel quartiere di Scala Vecchia, a poca distanza, ma al bar non sarebbe mai arrivato. Gli amici non hanno saputo dare informazioni utili. Il suo cellulare risulta spento. Non ha con sé i documenti ma da casa mancano la sua carta Bancoposta e il libretto di risparmio postale, che non avrebbe utilizzato per riscuotere la pensione di invalidità in pagamento all’inizio di ogni mese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

  • Bomba davanti a distributore tabacchi, identificata la vittima: 19enne incensurato e studente

Torna su
CataniaToday è in caricamento