Chiusura Cara di Mineo, i lavoratori protestano in prefettura

Presidio della Uil per chiedere risposte sul futuro occupazione in vista della cessazione delle attività del centro di accoglienza

Il centro di accoglienza più grande d'Europa si avvia verso la chiusura definitiva e sono tanti i lavoratori preoccupati per il loro futuro. Oggi la Uil ha promosso un presidio dinanzi la prefettura per chiedere risposte certe. Le proteste proseguono con lo stop, previsto nei prossimi giorni, di diverse categorie di lavoratori all'interno del centro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un centro che ha dato lavoro a centinaia di operatori del calatino per circa 7 anni. Inoltre diversi sarebbero i ritardi dei pagamenti pregressi dei lavoratori che acuiscono ancor di più la situazione di difficoltà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al viale Mediterraneo, a perdere la vita un motociclista di 39 anni

  • Incidente lungo il viale Mediterraneo: perde la vita un motociclista

  • Operazione "Malupassu", gli imprenditori denunciano e i boss finiscono in manette

  • Traffico di rifiuti, corruzione e concorso esterno in associazione mafiosa: nel mirino la “Sicula Trasporti”

  • Spaccio di cocaina, in manette vigile urbano che girava in "Porsche"

  • Svaligiano casa dei futuri sposi: denunciati i vicini

Torna su
CataniaToday è in caricamento