Consulta provinciale degli studenti: elezioni bloccate, chiesto intervento al provveditorato

Luca D'Emilio, coordinatore regionale di Sbam, denuncia la stasi che si è verificata nella provincia etnea per il rinnovo dell'organo di rappresentanza degli studenti

L'organo di rappresentanza degli studenti dovrebbe essere rinnovato ma, al momento, è tutto bloccato per le nuove elezioni. A denunciarlo sono gli stessi studenti: "Ad ormai più di quindici giorni dal termine delle elezioni studentesche per il rinnovo della consulta provinciale degli studenti di Catania, tutto tace - dichiara Luca D’Emilio, coordinatore regionale studenti SBAM -. E’ imbarazzante vedere come in tutte le regioni d’Italia abbiano già concluso il rinnovo dell’organo più importante che gli studenti hanno a disposizione e come, a Catania, nonostante siano abbondantemente scaduti i termini indicati dal Miur, ancora non si sia mossa una foglia. Siamo sempre bravi a farci notare per ciò di cui dovremmo vergognarci".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A risentire dell’enorme ritardo sono soprattutto gli studenti eletti che non possono esercitare il loro ruolo per il quale sono stati votati dalle comunità studentesche e non possono garantire un corretto esercizio del diritto allo studio - così, Aurora Zappalà, rappresentante di Consulta del Liceo Statale “G. Turrisi Colonna” -. Gli intoppi burocratici e i problemi degli enti preposti dal Ministero non possono ricadere sugli studenti poiché, così facendo, si nega la libertà di espressione politica. Ritengo sia opportuno - conclude Aurora - che il provveditorato agli Studi di Catania ponga subito una soluzione a questo enorme ritardo perché non si può più tollerare una così gravosa mancanza verso gli organi di rappresentanza studentesca e, quindi, verso gli studenti. Non convocare l’assemblea plenaria è contro il diritto allo studio!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Svaligiano casa dei futuri sposi: denunciati i vicini

  • Picanello, scoperto deposito per il riciclaggio di auto rubate: 4 arresti

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

Torna su
CataniaToday è in caricamento