Controlli al cimitero, violate norme sul lavoro e scavi irregolari

All’interno del cimitero di Catania sono state accertate le condizioni di lavoro dei lavoratori ed il rispetto della normativa in materia di sicurezza

La polizia di Stato ha effettuato dei controlli straordinari volti a contrastare l’illegalità diffusa nel quartiere di Zia Lisa. All’interno del cimitero di Catania sono state accertate le condizioni di lavoro dei lavoratori e delle ditte operanti e il rispetto della normativa in materia di sicurezza, salubrità sui luoghi di lavoro ed erogazione di reddito di cittadinanza e indennità di disoccupazione. Sono stati controllati diversi dipendenti e titolari di ditte che operano in area cimiteriale e che, prevalentemente, si occupano di realizzare scavi per tombe e lavori edilizi. Il titolare di un'azienda è stato denunciato per trasporto illegale di rifiuti speciali, derivanti dagli scavi di terra e rocce per i lavori edilizi di una tomba. Inoltre, si è proceduto a contestare reati in materia di sicurezza e salubrità sui luoghi di lavoro.

Senza alcuna autorizzazione e senza i dispositivi di sicurezza individuali,gli operai avevano prelevato un ingente quantitativo di rifiuti speciali derivanti dallo svuotamento del terreno in cui stavano per realizzare le tombe, trasportando i detriti fuori dal cimitero a bordo di un camion privo di iscrizione all’albo regionale e senza i requisiti previsti dalla legge per effettuare detto lavoro. Un dipendente è indagato per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche perchè percepisce da cinque mesi l’indennità di disoccupazione pari a circa novecento euro al mese e non avrebbe dovuto lavorare. Si è proceduto al sequestro penale preventivo del mezzo e dei formulari di identificazione.

Il titolare di un’altra ditta individuale è stato indagato per reati in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, per aver effettuato gli scavi utili per la realizzazione di una tomba senza indossare i dispositivi di sicurezza. Analoghe violazioni sono state contestate ad un dipendente di un’altra ditta che, pur avendo nella disponibilità i dispositivi di sicurezza individuali, ha effettuato dei lavori di manutenzione all’interno di una confraternita ubicata all’interno del cimitero senza indossarli. Pertanto e al fine di adottare ulteriori provvedimenti, verranno informati gli organi competenti. Sul posto è intervenuto anche personale del Nucleo Operativo Regionale del Corpo Forestale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • Operazione dei carabinieri contro capi clan e affiliati dei “Santapaola-Ercolano”: 31 arrestati

  • Reddito di cittadinanza e falsa disoccupazione: indagata la neomelodica Agata Arena

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Operazione "Black Lotus", alla sbarra 31 affiliati del clan Santapaola-Ercolano

Torna su
CataniaToday è in caricamento