Al via convocazioni per supplenze, meno immissioni in ruolo

In Sicilia, si grida allo scandalo. Sempre più ridotto il numero di immissioni in ruolo. Le convocazioni per le supplenze, infatti, hanno avuto inizio ieri con 13 giorni di ritardo rispetti all'avvio dell'anno scolastico

In Sicilia, si grida allo scandalo. Sempre più ridotto il numero di immissioni in ruolo. Le convocazioni per le supplenze, infatti, hanno avuto inizio ieri con 13 giorni di ritardo rispetti all'avvio dell'anno scolastico avvenuto l'1 settembre.

Saloni affollati presso l'Istituto Comprensivo "Parini" e presso l'Istituto alberghiero "Wojtyla". Per chi è in graduatoria per la scuola dell'infanzia e le scuole primarie, quasi sicuramente l'incarico sarà annuale. Diverso, invece, è il discorso per le convocazioni del sostegno della scuola media. Poche le speranze.

Al via, quindi, le polemiche. Una nota dei Cobas sottolinea che i propri rappresentanti all'interno del liceo scientifico "Boggio Lera" si sono battuti per difendere  i diritti dei lavoratori, a partire dalla definizione di un contratto di istituto capace di tutelarne gli interessi. " Il dirigente scolastisco - si legge nella nota -si è opposto a una corretta contrattazione e ha adottato provvedimenti disciplinari nei confronti di due su tre componenti della Rsu".

E ancora, il circolo Avanguardia, in collaborazione con Azione Universitaria Catania, alle 10 di questa mattina ha organizzato una conferenza stampaa, nella nuova sede di via Caserta 6, di presentazione del mercatino de libro usato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E infine, Luca Cangemi, segretario regionale del Prc ha dichiarato: "In questi giorni non è in gioco solo il lavoro dei docenti e lavoratori Ata. Ma va in scena un attacco mortale al futuro delle nuove generazioni dell'intero Paese. E' dunque necessaria una mobilitazione generale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Incidente stradale a Giarre, investito mentre attraversa la strada: muore nella notte

Torna su
CataniaToday è in caricamento