La Digos denuncia 11 anarchici per un corteo contro Erdogan

Alcuni dei denunciati hanno partecipato ad un’analoga manifestazione all’interno dell’aeroporto, impedendo l’inizio delle operazioni al check-in della Turkish Airlines

Uno dei momenti del corteo

La digos di Catania ha denunciato 11 soggetti appartenenti all’area anarco-antagonista dei centri sociali per vari reati, in relazione ad un corteo non autorizzato svoltosi nella serata del 18 ottobre scorso nel centro cittadino. Il corteo è nato a conclusione di una “tre giorni” di iniziative tenutesi all’interno di un’aula del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Catania di via Dusmet dal titolo “Unicomics – festival del fumetto di parte”. Alle ore 20 circa, 100 partecipanti si sono radunati fuori dall’aula, occupando un’intera corsia della carreggiata di via Dusmet, muniti di bandiere, scandendo slogan con un megafono, contro il Governo turco per l’invasione militare della regione siriana del Rojava occupata dalla popolazione curda. L’iniziativa estemporanea ha creato disagi al traffico veicolare ed ha bloccato di fatto le autovetture dirette verso Piazza Borsellino, creando pericoli alla sicurezza della circolazione, visto che diversi automobilisti sono stati costretti ad arrestare all’improvviso la propria marcia.

Nonostante l’invito a desistere, rivolto al promotore dal personale della Digos, i manifestanti hanno proseguito nel loro intento, imbrattando le facciate di alcuni edifici del centro storico con bombolette spray e affiggendo manifesti contro il Presidente della Turchia Erdogan. I manifestanti, dopo aver percorso diverse vie cittadine, hanno poi concluso l’iniziativa ritornando davanti alla sede universitaria di via Dusmet, dove hanno acceso un fumogeno e bruciato una bandiera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un piccolo gruppetto di facinorosi aderenti al “centro sociale occupato Liotru”, che occupano dal febbraio 2018 di uno stabile di proprietà del Comune di Catania in via Gallo, è fuoriuscito dal corteo in Corso Martiri della Libertà e si è posizionato in maniera ostruzionistica davanti al personale della Digos, sopraggiunto per evitare il degenerare delle lamentele degli automobilisti infuriati, oltre che per evitare ulteriori rischi per l’incolumità delle persone. Alcuni dei denunciati hanno partecipato nei giorni addietro a un’analoga manifestazione non autorizzata all’interno dell’aeroporto Vincenzo Bellini, impedendo in quel contesto l’inizio delle operazioni al check-in della Turkish Airlines.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento