Tremestieri, il Comune corre ai ripari per riaprire la scuola "Settebello"

Si è deciso di disporre la chiusura del plesso fino a mercoledì 6 novembre, in modo da consentire gli accertamenti da parte degli uffici comunali competenti.

Dopo il crollo di calcinacci alla scuola "Settebello", è subito iniziata la corsa per far ripartire quanto prima la regolare attività scolastica. Si sono riuniti già questa mattina, i rappresentanti del Comune  di Tremestieri, del circolo didattico “crollaTeresa di Calcutta”, il Sindaco, gli assessori, funzionari e tecnici del Comune, il dirigente scolastico, la referente di plesso.

La riunione è stata urgentemente indetta dal Sindaco a seguito di quanto verificatosi nelle ore notturne nel plesso Settebello Nord. All’apertura della scuola i collaboratori scolastici hanno infatti segnalato la presenza di intonaco caduto dal soffitto di un’aula. E’ stata immediatamente data disposizione di interdire l’accesso alla classe interessata e, a scopo precauzionale, a tutti i locali. Durante la riunione i tecnici, all’esito di un primo sommario sopralluogo, hanno imputato il crollo dell’intonaco al processo di ossidazione di alcuni ferri interni alla struttura. Tale processo è rimasto nascosto dallo stato integro della guaina di copertura dell’edificio e dei solai adiacenti alla zona interessata. Non erano evidenti macchie di umidità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tecnici riferiscono che saranno necessarie indagini più approfondite per appurare l’entità del danno e pianificare la tipologia dei lavori che si renderanno necessari. Pertanto, si è deciso di disporre la chiusura del plesso fino a mercoledì 6 novembre, in modo da consentire gli accertamenti da parte degli uffici comunali competenti. Nel corso della riunione sono state concertate le possibili soluzioni volte a garantire il regolare svolgimento delle attività didattiche, anche nell’eventualità di chiusura totale o parziale del plesso, cercando di scongiurare l’ipotesi dei doppi turni e intendendo minimizzare il disagio logistico delle famiglie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento