Cutgana, Angelo Messina si dimette dalla presidenza

A far cadere dalla poltrona il docente catanese sono state le inchieste del giornalista Antonio Condorelli sulle consulenze milionarie per i progetti di risanamento ambientale

Si dimette dalla presidenza del Cutgana Angelo Messina. A far cadere dalla poltrona il docente catanese sono state le inchieste di Livesicilia sulle consulenze milionarie per i progetti di risanamento ambientale.

Le dimissioni sono state accettate dal rettore Antonino Recca, il quale ha sottolineato la trasparenza nella gestione dell'Università, difendendo l'operato dei professori che dovrebbero partecipare al piano di risanamento ambientale di Priolo e Caltanissetta.

Proprio sul piano di Priolo e Caltanissetta vertono le inchieste del giornalista Antonio Condorelli, il quale ha pubblicato una serie di tabelle che spiegano come dovrebbero essere spesi i milioni di euro cofinanziati dalla Regione e dall'Università di Catania per la “Convenzione sportello unico per le aree a elevato rischio di crisi ambientale”.

Angelo Messina, nella lettera di dimissioni, conferma che "l'Università di Catania non impegnerà alcuna risorsa a carico del proprio bilancio”.
Inoltre il docente ha chiesto al rettore la nomina di una commissione di esperti al fine di redigere una nuova proposta da sottoporre alla valutazione degli organi amministrativi e deliberativi dell'Ateneo.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vertice a Catania sul Coronavirus: chi ha sintomi non vada in ospedale

  • Operazione Thor, 23 omicidi di mafia commessi in 20 anni: 23 arresti

  • Giuseppe Torre, torturato e bruciato vivo: dopo 28 anni fatta luce sulla morte di un innocente

  • Mafia, omicidi e lupara bianca: i nomi degli arrestati

  • Musumeci convoca nuovo vertice sul Coronavirus: in arrivo misure precauzionali

  • Coronavirus, Musumeci: "Scuole chiuse solo a Palermo. Sicilia non è zona rossa né gialla"

Torna su
CataniaToday è in caricamento