Democrazia partecipata, progetti per Catania: Comune avvia la consultazione pubblica

L’Amministrazione comunale ha avviato la consultazione pubblica per scegliere un progetto da realizzare a Catania, tra i quattro proposti, in base alla legge regionale 5 del 28 gennaio 2014

L’Amministrazione comunale ha avviato la consultazione pubblica per scegliere un progetto da realizzare a Catania, tra i quattro proposti, in base alla legge regionale 5 del 28 gennaio 2014 (come modificata dal comma 2 dell'art. 6 della L.R. 9/2015) che destina la quota del2% delle somme trasferite dalla Regione Siciliana, per essere spesa con forme di "democrazia partecipata utilizzando strumenti che coinvolgono la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune". La scelta potrà avvenire, entro il prossimo 12 dicembre, tramite lapagina Facebook ufficiale del Comune di Catania oppure inviando una mail a: urp@comune.catania.it o sottoscrivendo la preferenza direttamente presso la sede Urp nel Palazzo degli Elefanti in piazza Duomo. In dettaglio i progetti su cui esprimere la preferenza riguardano: 2000 nuovi alberi di varie specie da mettere a dimora a Catania, così daaumentare in modo significativo la quantità del verde pubblico; la riqualificazione di Porta Garibaldi e degli spazi circostanti con l’installazione di nuovo arredo urbano nelle piazze Palestro e Crocifisso Maiorana; la realizzazione di un originale percorso artistico culturale con espressioni di street art nella zona del Porto e della Civita, per migliorare il contesto dell’accoglienza per i croceristi e, infine, il quarto progetto, la rigenerazione verde del boschetto della Plaia con la piantumazione di nuovi alberi e la cura di quelli esistenti, così da rendere ancora più godibile una delle fonti principali di ossigeno della città. La somma stanziata per realizzare questi progetti ammonta a 240 mila euro:”E’ una consultazione pubblica che promuove quattro progetti di assoluto valore ambientale e paesaggistico – ha spiegato il sindaco Salvo Pogliese -. Abbiamo offerto una pluralità di canali per esprimere la scelta, perché crediamo al confronto come valore essenziale del nostro modo di concepire l’amministrazione pubblica e per questo auspichiamo che esprimano la propria preferenza un gran numero di catanesi. Proprio in questi giorni -ha concluso Pogliese- stiamo portando a compimento il progetto della riqualificazione della fontana dei Malavoglia e piazza Verga che era stato scelto dai cittadini due anni fa, una volontà che nonostante le difficoltà dovute al dissesto finanziario del Comune, sta diventando concreta realtà perché riteniamo fondamentale l’ascolto dei cittadini come metodo di governo”. I risultati della consultazione verranno resi noti a conclusione del sondaggio, tramite gli organi di stampa, il sito web e i profili social del Comune di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Librino, in 40 aggrediscono due agenti che tentavano di fermare una moto senza targa

  • Tentato omicidio a Palagonia, coltellate e spari dopo una lite: un ferito

  • Rientra e trova armi e oltre 6 chili di hashish nel suo deposito

  • Scopre di essere incinta poco prima di partorire: ma la bambina muore

  • "Gli italiani scelgono Catania per il Natale 2019 e il Capodanno 2020"

  • Agenti aggrediti a Librino, arrestato un diciottenne

Torna su
CataniaToday è in caricamento