Depistaggio Borsellino: indagato il procuratore aggiunto di Catania Carmelo Petralia

Il magistrato, con la collega Annamaria Palma, si era occupato delle indagini sulla strage di via D'Amelio, ed è accusato del reato di calunnia aggravata dall'avere favorito Cosa Nostra

La procura di Messina ha iscritto nel registro degli indagati l'attuale procuratore aggiunto di Catania Carmelo Petralia e l'avvocato generale dello Stato a Palermo Annamaria Palma. Entrambi hanno fatto parte del pool di magistrati che ha indagato, sin dalle prime battute, sulla strage di via D'Amelio del 19 luglio 1992 che è costata la vita al giudice Paolo Borsellino e agli uomini della scorta.

Nel mirino della procura peloritana vi sono i depistaggi e le false ricostruzioni della strage che avevano portato ad avvolarare le dichiarazioni del "falso" pentito Vincenzo Scarantino. A Petralia e Palma viene contestato il reato di calunnia aggravata dall'avere favorito Cosa Nostra.

A entrambi i magistrati ieri è stato notificato l'avviso di accertamenti tecnici irripetibili. Si tratta dell'ascolto e analisi di alcune cassette contenenti delle dichiarazioni di Vincenzo Scarantino mentre si trovava sotto protezione. Secondo le accuse Scarintino sarebbe stato costretto, anche con la violenza, a mentire e a fornire una ricostruzione della strage "di comodo".

Un vero e proprio depistaggio su cui i pm di Caltanissetta hanno indagato e poi incriminato tre poliziotti del pool che indagò sulla strage (Mario Bo, Michele Ribaudo e Fabrizio Mattei). Nella sentenza si denunciavano anche gravi omissioni relative al coordinamento dell'indagine, costata la condanna all'ergastolo di otto innocenti. Da qui le approfondite indagini della procura peloritana.

Potrebbe interessarti

  • Cellulari: alcune funzioni segrete

  • Allergia al nichel: sintomi e cibi da evitare

  • Estate: ogni quanto cambiare lenzuola ed asciugamani

  • A contatto con le meduse: cosa fare e cosa non fare

I più letti della settimana

  • Cellulari: alcune funzioni segrete

  • Operazione "Isola Bella", i nomi degli arrestati

  • Droga, ostaggi, pizzo e accordi tra clan: Mazzei sotto scacco

  • Operazione "Hostage", i nomi dei 12 arrestati

  • Arrestato spacciatore: i clienti lo chiamavano “Toretto” da “Fast and Furious”

  • Dentro la classe con gli scooter, due studenti 19enni denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento