Depistaggio Borsellino: indagato il procuratore aggiunto di Catania Carmelo Petralia

Il magistrato, con la collega Annamaria Palma, si era occupato delle indagini sulla strage di via D'Amelio, ed è accusato del reato di calunnia aggravata dall'avere favorito Cosa Nostra

La procura di Messina ha iscritto nel registro degli indagati l'attuale procuratore aggiunto di Catania Carmelo Petralia e l'avvocato generale dello Stato a Palermo Annamaria Palma. Entrambi hanno fatto parte del pool di magistrati che ha indagato, sin dalle prime battute, sulla strage di via D'Amelio del 19 luglio 1992 che è costata la vita al giudice Paolo Borsellino e agli uomini della scorta.

Nel mirino della procura peloritana vi sono i depistaggi e le false ricostruzioni della strage che avevano portato ad avvolarare le dichiarazioni del "falso" pentito Vincenzo Scarantino. A Petralia e Palma viene contestato il reato di calunnia aggravata dall'avere favorito Cosa Nostra.

A entrambi i magistrati ieri è stato notificato l'avviso di accertamenti tecnici irripetibili. Si tratta dell'ascolto e analisi di alcune cassette contenenti delle dichiarazioni di Vincenzo Scarantino mentre si trovava sotto protezione. Secondo le accuse Scarintino sarebbe stato costretto, anche con la violenza, a mentire e a fornire una ricostruzione della strage "di comodo".

Un vero e proprio depistaggio su cui i pm di Caltanissetta hanno indagato e poi incriminato tre poliziotti del pool che indagò sulla strage (Mario Bo, Michele Ribaudo e Fabrizio Mattei). Nella sentenza si denunciavano anche gravi omissioni relative al coordinamento dell'indagine, costata la condanna all'ergastolo di otto innocenti. Da qui le approfondite indagini della procura peloritana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento