Tormenta la sorella con attenzioni sessuali: arrestato disabile

L’indagato, instabile di mente, è stato relegato agli arresti domiciliari in una struttura sanitaria della provincia di Ragusa

La procura ha disposto l'arresto, eseguito dai carabinieri ad Aci Sant'Antonio, di un 29enne responsabile di maltrattamenti in famiglia ed atti persecutori contro la sorella ed i genitori. Le indagini, coordinate dal pool di magistrati qualificati sui reati che concernono la violenza di genere, hanno evidenziato una lunga serie di episodi che hanno costretto le vittime dal 2011 ad oggi a vivere in uno stato di insostenibile prostrazione. Il giovane, instabile mentalmente, ha mostrato una vera e propria ossessione nei confronti della sorella, nei confronti della quale in più occasioni ha rivolto le sue attenzioni sessuali, costringendo la donna a respingerle con forza ed a subire, come conseguenza, atti vessatori sfociati spesso in minacce, ingiurie e percosse (in un episodio ha tentato addirittura di strangolarla) rivolte anche ai genitori intervenuti in difesa della figlia. L’escalation degli episodi ha consentito al giudice di raffigurare un quadro probatorio tale da far scattare l'arresto. L’indagato è stato relegato agli arresti domiciliari in una struttura sanitaria della provincia di Ragusa.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva preso due aerei ed un taxi per tornare in Sicilia: morta 73enne

  • Coronavirus, in Sicilia 936 persone attualmente positive: a Catania sono 288

  • Positiva al Covid-19, prende due aerei e a Catania un taxi: adesso è ricoverata

  • Coronavirus, ordinare a domicilio: la lista delle attività a Catania

  • "Il divieto di ritornare nella Buttanissima Sicilia, tanto amata", lettera di Francesco al presidente Musumeci

  • Coronavirus, in Sicilia 1095 contagiati (+159), i morti a Catania sono 15

Torna su
CataniaToday è in caricamento