Dissesto, la posizione di CittàInsieme: "Una benedizione"

Il dissesto finanziario, secondo CittàInsieme, è una "benedizione". Ecco perché

Il dissesto finanziario, secondo CittàInsieme, è una "benedizione".

"È una benedizione - scrive il gruppo di cittadini - per l'attuale Amministrazione che potrà dire di avere fatto tutto il possibile per evitarlo, ma è stata la Corte dei Conti a pretenderlo. E potrà (se ne sarà in grado) occuparsi del futuro della città senza il peso dei debiti del passato; - per tutti i precedenti amministratori che, se ritenuti responsabili, non potranno più ricandidarsi per 10 anni e avranno quindi finalmente tempo a disposizione per confrontarsi con la propria coscienza e capire che cosa hanno sbagliato, cosa non hanno fatto, cosa hanno nascosto; - per i cittadini, quelli onesti, che pagano le tasse e che da questo momento non le pagheranno più per sostenere gli interessi su 1,6 miliardi di debiti; - per i creditori del Comune che adesso se la vedranno direttamente con lo Stato che deciderà quanto pagare loro, ma che sicuramente pagherà; - per i lavoratori che torneranno a ricevere lo stipendio a fine mese, non appena i Commissari si saranno insediati; - per tutti noi cittadini che finalmente potremo vedere mettere un punto sul passato, sapere com'è potuto succedere tutto questo. E progettare il nostro futuro".

"Per tutte queste ragioni - concludono - siamo convinti che la definitiva e forzata dichiarazione di dissesto sia un bene per una classe politica come la nostra che non ha mai saputo assumersi le sue responsabilità. Ma siamo disponibili a cambiare idea. Per questo motivo, organizzeremo una serie di incontri pubblici sull'argomento. Per il primo, ci rendiamo disponibili ad ospitare il confronto tra gli ex sindaci Stancanelli e Bianco, in considerazione del guanto di sfida lanciato dal primo nei confronti del secondo".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendio nell'ospedale di Acireale, intervento dei vigili del fuoco

  • Cronaca

    "Se non mi dai 30 euro ti rompo tutto", così minacciava la madre per comprare la droga

  • Cronaca

    Con un trapianto salva la vita alla sorellina: "Un gesto d'amore che le terrà legate per sempre"

  • Cronaca

    Insulti su Facebook, imputazione coatta per Giarrusso

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia, tra gli arrestati anche il cantante neomelodico Andrea Zeta

  • Dalla musica neomelodica di Zeta agli affari del clan Santapaola: l'ascesa della famiglia Zuccaro

  • La sicurezza alla Ecs Dogana: Andrea Zeta “il saggio” e il “crollo” del fratello Rosario

  • Clan Santapaola-Ercolano, 14 arresti: imponevano anche la sicurezza nei locali

  • Paura in una scuola di Gravina ma era un inseguimento dei carabinieri

  • Diverbio tra automobilisti, minacce e danneggiamento: padre e figlio indagati

Torna su
CataniaToday è in caricamento