Tossico tormenta padre e fratello per comprare droga: arrestato

I carabinieri hanno posto fine all'incubo vissuto da un anziano di Riposto e dal figlio

Un 49enne di Riposto, tossicodipendente,tormentava i propri familiari, rendendo loro la vita impossibile. Aveva preso di mira in particolare il padre vedovo ed il fratello, per ottenere giornalmente il denaro necessario all’acquisto della droga e per soddisfare le proprie esigenze personali. L’escalation degli episodi, sfociati in minacce di morte, percosse e danneggiamento degli arredi di casa, era sfociato in un decreto di allontanamento dai luoghi frequentati dalle vittime, che è stato purtoppo ignorato dall'uomo.

Non potendo più tormentare il padre, nel frattempo ricoverato in una struttura sanitaria per l’insorgere di una grave patologia, ha perseguitato il fratello infrangendo di fatto gli obblighi impostigli dalla misura cautelare. I militari hanno accertato le violazioni dell’indagato tramite servizi di pedinamento ed osservazione. Si trova ora nel carcere di piazza Lanza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Dissesto, Pogliese rassicura i lavoratori: "Stipendi non a rischio"

  • Cronaca

    La scalinata della Giustizia per ricordare i magistrati Falcone e Borsellino

  • Cronaca

    Auto sospetta al viale Vittorio Veneto, intervento degli artificieri: allarme rientrato

  • Cronaca

    Spacciatore di marijuana colto sul fatto dai carabinieri a San Cristoforo

I più letti della settimana

  • Pesciolini d'argento: cosa sono e come eliminarli

  • Insolito "via vai" fa scattare il blitz, sequestrati 100 chili di marijuana: arrestati 2 fratelli

  • Incidente stradale a Paternò, scontro tra due auto: padre e figlia feriti

  • Evade dai domiciliari dopo un litigio con la moglie: "Meglio il carcere"

  • Cosa fare a Catania, i 15 eventi del week-end: Sagra del Cannolo, Notte dei Musei, Umbertata

  • Incidente stradale in viale Sanzio, auto si ribalta: una ragazza ferita

Torna su
CataniaToday è in caricamento