Emergenza rifiuti a Paternò, la raccolta differenziata non decolla

Paternò è nuovamente alle prese con l'emergenza rifiuti. Era già successo lo scorso febbraio 2010. Il nuovo sistema di raccolta differenziata non ha, infatti, portato ai risultati sperati.

Paternò è nuovamente alle prese con l'emergenza rifiuti. Era già successo lo scorso febbraio 2010 e la causa era dovuta al prolungato sciopero degli operatori. Il nuovo sistema di raccolta differenziata- partito sette mesi fa dopo l’eliminazione dei cassonetti - non ha, infatti, portato ai risultati sperati. Sono ancora troppi i paternesi che gettano i sacchetti della spazzatura sul ciglio delle strade.

Tonnellate di rifiuti, anche ingombranti (divani, casse, televisori, frigoriferi) sono accumulati in corso Marco Polo, nell’area ambientale delle Salinelle, in via Estonia e via Gaudio. E proprio di fronte a un plesso scolastico c’è da tempo una maxidiscarica, con rifiuti sparsi dappertutto. Nei giorni scorsi, in via Gaudio, qualcuno, forse esasperato, ha dato fuoco alla montagna di spazzatura e sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per spegnere le fiamme.

"Abbiamo denunciato all’Ato Simeto Ambiente i disservizi - ha dichiarato il sindaco Pippo Failla - che si sono verificati in questi giorni a causa del fatto, mi si dice, che il personale del consorzio è stato messo in ferie e non è stato sostituito. Inoltre abbiamo segnalato la situazione al prefetto. Purtroppo da tre anni non faccio altro che denunciare l’inefficienza del sistema, perché è molto laborioso. I controlli che fa il Comune diventano spesse volte privi di qualsiasi effetto". "Ogni giorno si elevano circa 20 contravvenzioni" ha aggiunto l’assessore ai Servizi pubblici, Luca Martino. Altri due problemi rendono il quadro più critico: le campane delle differenziata e la cenere vulcanica caduta lo scorso 20 agosto. Le prime sono da settimane stracolme perché evidentemente di numero insufficiente. La terra vulcanica giace ancora ai margini delle strade e sui marciapiedi o intasa caditoie e grondaie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Studio sul cancro: non ci si ammala per caso o per sfortuna

  • Santapaola-Ercolano, blitz dei carabinieri del Ros: i nomi degli arrestati

  • La digos arresta l'aggressore di Lo Monaco: è un ultras del Catania

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Blitz dei carabinieri del Ros: arresti e sequestro di beni al clan Santapaola-Ercolano

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

Torna su
CataniaToday è in caricamento