Eruzione Etna: voli regolari grazie all'intervento dell'Ingv

La prima eruzione dell'Etna del 2012 è stata intensa, ma non ha ostacolato i voli grazie all'Ingv, i cui fondi sono stati bloccati ad ottobre 2011.

La prima eruzione dell'Etna del 2012 è stata intensa, ma non ha ostacolato i voli all'aeroporto di Fontanarossa. Le strumentazioni e i modelli previsionali dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, infatti, hanno permesso agli scienziati di capire che la colonna di cenere alta fino a 5mila metri non avrebbe interferito con i voli.

Mauro Coltelli, responsabile del settore Vulcanologia e Geochimica, spiega: "Purtroppo utilizzando i dati internazionali dei Vac questo non sarebbe successo perché le aree che indicano quei quadrati neri indicano le zone dove non si può volare. In questo caso l'aeroporto di Fontanarossa sarebbe restato chiuso fino alla fine della giornata".

Il servizio dell'Ingv è stato finanziato dal Ministero dell'istruzione prima e da Enac poi, ma i fondi sono stati bloccati ad ottobre 2011. Eppure, dice Coltelli, tutti i passeggeri che prendono l'aereo a Catania con il biglietto pagano anche una tassa per la sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Noi chiediamo che l'Enac trovi il modo di recuperare questi fondi, tasse che vengono pagate e quindi non c'è nulla da aggiungere, per finanziare anche queste attività. Questi fondi che dovrebbe darci l'Enac servono per fare continuare giovani ricercatori, in questa attività che è di interesse sociale e strategica per l'aeroporto di Catania".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Incidente stradale a Giarre, investito mentre attraversa la strada: muore nella notte

Torna su
CataniaToday è in caricamento