"Esami inutili ai bambini prematuri", il neonatologo del "San Marco" respinge le accuse

In tre cartelle depositate al gip, Rodonò spiega di avere agito secondo il protocollo nazionale Romagnoli che prevede nei casi di bambini nati prematuramente, esecuzioni di ecografie dalla nascita a distanza di una settimana dall'altra

Ha respinto ogni addebito dinanzi al giudice delle indagini preliminari durante l'interrogatorio di garanzia, il neonatologo dell'ospedale "San Marco" di Catania, Alessandro Rodonò, arrestato per concussione e posto ai domiciliari. E' accusato di avere sollecitato ecografie encefaliche in nati prematuri, esami che invece l'ospedale ritiene siano stati inutili. A fare scattare l'inchiesta culminata dall'ordinanza del gip, e' stato il settore amministrativo del nosocomio.

In tre cartelle depositate al gip, Rodonò spiega di avere agito secondo il protocollo nazionale Romagnoli che prevede nei casi di bambini nati prematuramente, esecuzioni di ecografie dalla nascita a distanza di una settimana dall'altra, sino alla 35 settimana e a settimane alterne dopo la 36 settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il medico ha anche puntualizzato di non avere mai sollecitato con "minaccia, o qualsivoglia forma di subdola coartazione", la prescrizione in intra moenia. Rodonò replica ai vertici dell'ospedale che gli avevano contestato, con lettera, un eccessivo ed esagerato numero di ecografie encefaliche, ricordando, tra l'altro, che l'intramoenia gli è stata autorizzata a settembre. Il suo avvocato, Santi Terranova, al termine dell'interrogatorio di garanzia, si è rifiutato di avanzare richieste al gip e ha depositato ricorso al tribunale della libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento