Festa dell'Arma dei carabinieri, ecco i numeri del 2016: reati in calo dell'11 per cento

2016 arresti, 33.918 i reati perseguiti, ma anche 19 operazioni antimafia condotte con la Procura di Catania e di Caltagirone e la del latitante Nizza Andrea, uno dei latitanti più pericolosi d'Italia

Foto di Vincenzo Barbagallo

2016 arresti, di cui 1775 in flagranza di reato, 6240 denunce, 33.918 reati perguiti, per non parlare delle 19 operazioni antimafia, con un totale di 338 arrestati, condotte con la Procura  di Catania e Caltagirone e della cattura del latitante Nizza Andrea, inserito nell’elenco dei ricercati più pericolosi a livello nazionale.

Questi sono alcuni dei risultati più importanti registrati nell'ultimo anno di attività dell'Arma dei carabinieri di Catania, comunicati dal colonello Francesco Gargaro, in occasione dei festeggiamenti annuali svoltisi ieri nella caserma di piazza Verga, per celebrare il 203° anniversario.

I carabinieri di Catania dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016, nell’attività di controllo del territorio hanno effettuato oltre 56.000 pattuglie e perlustrazioni nel corso delle quali sono state identificate più di 240.000 persone. Significative sono, al riguardo, le circa 620 mila chiamate, quasi 1700 al giorno, arrivate nel 2016 alle Cìcentrali operative del comando Provinciale e della compagnia di Caltagirone attraverso il numero di pronto intervento “112”, cui sono seguiti oltre 50 mila interventi per soccorso, per reati e per dissidi privati.

L'INTERVISTA AL COMANDANTE FRANCESCO GARGARO -VIDEO

I dati relativi ai primi mesi dell’anno in corso fanno registrare nella provincia rispetto allo stesso periodo del 2016 una netta diminuzione dei reati tentati e consumati (-11,64%), con particolare riguardo alle rapine (-14,93%) ed ai furti (-12,30%).

Nella lotta al traffico e allo spaccio di droga sono stati eseguiti 377 arresti e l’incessante attività di contrasto alla criminalità organizzata ha permesso inoltre di sottrarre ai clan catanesi un numero consistente di armi pari a 359 tra pistole, fucili ed armi bianche. 

I CARABINIERI INTONANO L'INNO DI MAMELI -VIDEO

Nel corso dei festeggiamenti è stato anche consegnato il premio Friscia, giunto alle 37esima edizione e  dedicato proprio al generale dei carabinieri Francesco Friscia, morto nel 1977 a bordo di un elicottero dell'Arma. Il prestigioso riconoscimento quest'anno è stato consegnato all'appuntato Scelto Fabio Spatola, addetto al nucleo investigativo del comando provinciale di Catania, "per aver salvato, fuori servizio e in compagnia dei figli minori un uomo che stava annegando".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Santapaola-Ercolano, blitz dei carabinieri del Ros: i nomi degli arrestati

  • La spartizione dei soldi del clan Santapaola-Ercolano: "C'è u nanu ca tuppulìa"

  • Aggressione ai poliziotti al "Tondicello", presi gli autori

  • Blitz dei carabinieri del Ros: arresti e sequestro di beni al clan Santapaola-Ercolano

  • Cade lampione su passante mentre allestiscono luci di Natale in via Etnea

  • Poste Italiane cercano portalettere anche a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento