Fondazione Puglisi Cosentino, mostra dedicata ai coralli trapanesi

Oltre mille visitatori in meno di due ore alla Fondazione Puglisi Cosentino, in via Vittorio Emanuele 122, per la "Notte dei Coralli", la serata-evento ispirata alla mostra che sarà visitabile fino al 5 Maggio gratuitamente

 Oltre mille visitatori in meno di due ore ieri sera alla Fondazione Puglisi Cosentino, in via Vittorio Emanuele 122, per la “Notte dei Coralli”, la serata-evento organizzata da Alfio Puglisi Cosentino, presidente della Fondazione, insieme con la stilista Marella Ferrera.

Cinquanta modelle di tutte le età, hanno posato con le creazioni della Ferrera per i tableaux vivants che hanno scandito il percorso espositivo della mostra dedicata ai coralli trapanesi del XVII e XVIII secolo e che proseguirà, a ingresso gratuito, fino al 5 maggio prossimo.

La mostra, “I grandi Capolavori del Corallo”, è organizzata dalla Fondazione Puglisi Cosentino con il contributo della Fondazione Roma Mediterraneo. Sarà visitabile dal martedì alla domenica. Orari: 10-13 e 16-20.

Ammiratissima in rosso nel corso della serata, l’attrice Donatella Finocchiaro, testimonial della serata con la sua intensa bellezza mediterranea. “Un trionfo oltre ogni aspettativa – commenta la Ferrera – nessun evento dedicato alla moda, nei luoghi deputati come Milano e Roma, è capace di calamitare attorno a sé, e per un tempo così ridotto un numero considerevole di spettatori come gli oltre mille visitatori che ieri sera sono giunti alla Fondazione Puglisi Cosentino”.

Nella  location barocca dello storico palazzo del Settecento, sede della Fondazione Puglisi Cosentino, l’elegantissimo allestimento firmato dalla scenografa Carlotta Patti.

Come quadri viventi gruppi di modelle hanno indossato abiti dell’ultima collezione e dell’Archivio Storico della Ferrera che, inserito dal MIBAC fra i patrimoni culturali dell’Italia, figura insieme a quelli di Ferragamo, Ferrè e Capucci documentando l’instancabile attività della stilista catanese che, “sperimentatrice della moda”, da vent’anni è impegnata nella continua ricerca e rivalutazione di materiali-simbolo della sua terra nel mondo dell’Haute Couture.

Fra gli ospiti il prefetto di Catania, Francesca Cannizzo, e di Enna, Clara Minerva; la curatrice della mostra, Valeria Livigni (direttore del Museo Pepoli di Trapani) e numerosi esponenti delle istituzioni, del mondo imprenditoriale, del credito, della cultura, dell’arte  - come il mecenate Antonio Presti – e dello spettacolo: gli attori Guia Jelo, David Coco, Piero Sammataro.

Assente per un imprevisto impegno istituzionale che si è protratto fino a notte l’Assessore Regionale dei Beni Culturali, Maria Rita Sgarlata, che aveva annunciato la sua presenza. Fra il pubblico i candidati a sindaco di Catania Enzo Bianco e Maurizio Caserta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In mostra, fra le teche e indosso alle modelle, i gioielli realizzati con il Corallo di Sciacca dal maestro orafo Massimo Izzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 10 luglio 2020

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

  • Chiusa un'officina abusiva grazie a una segnalazione sull'app YouPol

  • "Fake Credits", arrestato Paladino: futuro in bilico per il Calcio Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento