Giarre, spacciava “coca” e “fumo” tra le case popolari: un arresto

All’interno di un vano, dov’erano collocati i contatori condominiali, era stata nascosta e preparata la droga da piazzare in strada ai diversi acquirenti

I carabinieri della stazione di Giarre hanno arrestato un 30enne del posto, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di un servizio antidroga svolto domenica notte in via Settembrini, nel cuore dei complessi di edilizia popolare, i militari, dopo un lungo servizio di osservazione, hanno scelto il momento opportuno per intervenire e bloccare l'uomo all’interno di un vano, dov’erano collocati i contatori condominiali, dove era stata nascosta e preparata la droga da piazzare in strada ai diversi acquirenti. La perquisizione del locale, poi estesa alla persona, ha consentito ai carabinieri di rinvenire e sequestrare: 14 dosi di cocaina, 22 dosi di marijuana e due bilancini elettronici di precisione, nonché di trovare in tasca dello spacciatore 50 euro in contanti, ritenuti il provento dell’attività illecita. L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • La polizia arresta il gestore della "Trattoria il Principe"

  • Con un elicottero avevano rubato la Biga di Morgantina nel cimitero di Catania: 17 arresti

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

  • Aggredisce due minori e si scaglia contro la guardia giurata intervenuta, arrestato

  • Scarsa igiene, topi e lavoro nero: sequestrati 4 locali del centro

Torna su
CataniaToday è in caricamento