Compensi all'uffico stampa: condannata la giunta Scapagnini

Corte dei conti, giunta Scapagnini condannata per l'ufficio stampa. Danno erariale quantificato in circa 150 mila euro, pari ai compensi corrisposti ai soggetti esterni incaricati

La Sezione Giurisdizionale della Corte dei conti per la Sicilia ha condannato i componenti della Giunta guidata da Umberto Scapagnini, il Commissario straordinario e alcuni dirigenti del Comune di Catania, per un danno erariale quantificato complessivamente in circa 150 mila euro, pari ai compensi corrisposti a soggetti esterni a cui era stato conferito e prorogato l'incarico di addetti all' Ufficio Stampa del Comune di Catania.

La Procura contabile ha infatti accertato che il Comune era dotato di dipendenti iscritti all'albo dei giornalisti che per l'ente avevano già svolto funzioni di comunicazione.

La stessa sentenza, pur ritenendo la insussistenza di "colpa grave" nei confronti del dirigente convenuto in giudizio per aver mantenuto il trattamento di "capo redattore" previsto da una legge regionale, norma ritenuta illegittima da una sentenza della Corte Costituzionale, ha avallato la tesi della Procura contabile secondo cui la Regione Siciliana ha competenza legislativa esclusiva solo sul "regime degli enti locali e delle circoscrizioni relative", e non anche sullo stato giuridico ed economico dei dipendenti degli enti locali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Commerciante aveva manomesso i contatori per risparmiare

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Smantellata piazza di spaccio alla "Fossa dei leoni": 5 arresti tra vedette e pusher

  • Ritrovata dai carabinieri la moto rubata al travel blogger messicano

Torna su
CataniaToday è in caricamento