Gli arresti della sezione "Catturandi", 11 in manette

La polizia ha eseguito le ordinanze di carcerazione disposte dall'autorità giudiziaria. I nomi e le foto degli arrestati

La polizia ha eseguito 11 ordini di esecuzione di carcerazione disposti dall’autorità giudiziaria, in particolare, il personale della squadra mobile sezine “Catturandi” ha arrestato:

Giuseppe Giunta, (del 1950), pregiudicato, destinatario di ordine di carcerazione, emesso in data 2.2.2019 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 5 mesi 4 e giorni 29 di reclusione per il reato di estorsione in concorso. 

Stefano D'Urso, (del 1967), pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione di pene concorrenti e contestuale ordine di esecuzione, emesso in data 7.2.2019 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 4, mesi 5 e giorni 17 di reclusione per i reati di rapina e ricettazione.

Salvo Lagati, (del 1994), destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso in data 2.2.2019 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 4 mesi 3 e giorni 11 di reclusione per reati in materia di stupefacenti.

Antonino Polizzi, (del 1965), pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione emesso in data 7.2.2019 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 3, mesi 4 e giorni 27 di reclusione per reati in materia di armi.

Vincenzo Carelli, (del 1951), pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso in data 1.2.2019 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 2 e mesi 8 di reclusione per il reato di truffa in concorso, con l’aggravante di cui all’art. 7 L.203/91.

Gianluca Vinci, (del 1973), pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso in data 1.2.2019 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 2 e mesi 4 di reclusione per il reato di truffa in concorso, con l’aggravante di cui all’art. 7 L.203/91.

 Giuseppe Spina, (del 1966), pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso in data 1.2.2019 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 2 e mesi 8 di reclusione per il reato di truffa in concorso, con l’aggravante di cui all’art. 7 L.203/91.

Salvatore Lombardo, (del 1950), pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione emesso in data 2.2.2019 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 2 e mesi 4 di reclusione per il reato di truffa in concorso, con l’aggravante di cui all’art. 7 L.203/91.

Daniele Aulino, (del 1989), pregiudicato in atto agli arresti domiciliari destinatario di ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso in data 1.2.2019 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 2 e mesi 4 di reclusione per il reato di furto aggravato.

Federico Orazio Grasso, (del 1991), pregiudicato in atto agli arresti domiciliari destinatario di ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso in data 4.2.2019 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 1 e mesi 8 di reclusione per reati in materia di stupefacenti.

Christian Barbagallo, (del 1996), destinatario di ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso in data 1.2.2019 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di anni 1 reclusione per reati in materia di stupefacenti.

Potrebbe interessarti

  • Piazza Duomo, uomo salvato dai soccorritori della Misericordia: "Grazie ragazzi"

  • Sindrome del colon irritabile: i cibi da evitare

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy

  • Ondate di caldo, i consigli del Medico di famiglia: "Aria condizionata con moderazione”

I più letti della settimana

  • Bruno Barbieri a Catania per la penultima tappa di 4 Hotel: ecco gli sfidanti

  • Incidente stradale sull'asse dei servizi: 6 feriti, tra loro 3 bambini

  • Chiedono il "cavallo di ritorno", ma i falchi li arrestano a Picanello

  • Camion dei panini prende fuoco, i vigili del fuoco salvano le case vicine

  • Incidente stradale sull'Asse dei servizi, in otto sull'auto che si schianta contro il guardrail: un morto e 7 feriti

  • Arrestato corriere della droga, nascondiglio "alla Diabolik" per la coca

Torna su
CataniaToday è in caricamento