Manovra su feste patrono: abolire la Festa di Sant'Agata?

"E' impossibile abolire la Festa di Sant'Agata - dice il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli - perche' non solo coinvolge tutta la citta' ma è un grande evento turistico"

Anche Catania alza paletti: la Festa di Sant'Agata e' una delle prime celebrazioni religiose a livello mondiale, tanto da essere inserita dall'Unesco nella lista dei Beni Antropologici Patrimonio dell'Umanita'. E i cittadini non intendono certo rinunciarci.

"E' impossibile abolire la Festa di Sant'Agata - dice il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli - perche' non solo coinvolge tutta la citta' ma chi e' venuto almeno una volta sa bene che si tratta anche di un grande evento turistico".

"Sono migliaia le persone che vengono da fuori per assistere ai tre giorni di festeggiamenti, anche se l'unico festivo e' il 5 febbraio - ricorda il sindaco - Si ha il tutto esaurito negli alberghi e nei ristoranti, cancellare la festivita' patronale sarebbe un colpo alla devozione ma anche al turismo. Appena sara' chiaro il decreto - annuncia Stancanelli - adotteremo tutte le misure che potremo, nel rispetto della legge".

Il 17 agosto, poi, si celebra il ritorno delle spoglie della Santa in citta'. Proprio in quell'occasione i cittadini si sono mostrati preoccupati per il futuro della festa: "migliaia di persone mi hanno chiesto che cosa avremmo fatto ma io - conclude il sindaco - li ho rassicurati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione a Librino, ladri piazzano bomba davanti a un tabacchi: un morto

  • Assalto in banca con escavatore a Trecastagni: si cercano i ladri in fuga

  • "Cattivo Tenente", i nomi degli arrestati

  • Ragazze picchiano le compagne di scuola e diffondono il video sui social

  • Bomba davanti a distributore tabacchi, identificata la vittima: 19enne incensurato e studente

  • Beccati a lavorare e confezionare 180 chilogrammi di marijuana, arrestati

Torna su
CataniaToday è in caricamento